(AP Photo/Joseph Nair)
  • Sport
  • domenica 20 settembre 2015

Vettel ha vinto il Gran Premio di Singapore

È arrivato davanti a Ricciardo e al compagno di squadra in Ferrari, Kimi Raikkonen: Hamilton si è ritirato

(AP Photo/Joseph Nair)

Aggiornamento a fine gara – Sebastian Vettel della Ferrari ha vinto il Gran Premio di Formula 1 di Singapore, arrivando davanti a Daniel Ricciardo (Red Bull) e al compagno di squadra Kimi Raikkonen. Lewis Hamilton (Mercedes), il leader della classifica generale del Mondiale, si è ritirato: rimane comunque primo in classifica con 277 punti, con un buon margine sull’altro pilota Mercedes, Nico Rosberg, che oggi è arrivato quarto. Con la vittoria di oggi, Vettel ha guadagnato qualcosa in classifica generale, dove è terzo con 215 punti.

***

Alle 14 è partito il Gran Premio di Formula 1 di Singapore (laggiù erano le 22, e quindi è già buio).Il Gran Premio di Singapore di Formula 1 si corre su un circuito cittadino, come quello di Monaco. La gara è trasmessa in diretta su Sky Sport e su Rai 2. Nelle qualifiche ufficiali del Gran Premio di Singapore di Formula 1 ieri il tedesco Sebastian Vettel, che corre con  la Ferrari, ha ottenuto la pole position. Dal secondo e dal terzo posto sono partiti invece l’australiano Daniel Ricciardo, della Red Bull, e l’altro ferrarista Kimi Raikkonen. I due piloti della Mercedes – il britannico Lewis Hamilton e il tedesco Nico Rosberg – sono partiti dalla quinta e dalla sesta posizione.

Il Gran Premio di Singapore
Il GP di Formula 1 di Singapore esiste dal 2008 e da quell’anno si è sempre corso in notturna, permettendo così agli spettatori europei di vedere il Gran Premio quando in Europa è il primo pomeriggio. Il circuito di Singapore è conosciuto come Marina Bay Street Circuit: Marina Bay è infatti la baia che si trova davanti alla foce del fiume Singapore, che dà il nome alla città. Il circuito che attraversa Marina Bay è lungo poco più di cinque chilometri e i piloti dovranno fare 61 giri, per un totale di circa 308 chilometri. Il giro più veloce sul Marina Bay Street Circuit è stato fatto da Vettel nel 2013: ci ha messo un minuto, 48 secondi e 574 millesimi di secondo.

A Singapore la Ferrari ha vinto solo una volta: nel 2010 con Fernando Alonso. Nei tre anni successivi ha vinto la Red Bull con Sebastian Vettel e nel 2014 ha vinto Lewis Hamilton, che correva e corre per la Mercedes: dietro di lui sono arrivati Vettel e Ricciardo.

singapore-gp

A che punto è il Mondiale di Formula 1
Contando anche il Gran Premio di Singapore, mancano sette Gran Premi al termine del Mondiale di Formula 1, che Hamilton è già quasi sicuro di vincere: dopo aver vinto l’ultima gara – il Gran Premio di Monza – Hamilton ha guadagnato molti punti su Rosberg. Hamilton ha 252 punti, Rosberg ne ha 199 e dietro di loro c’è Vettel con 178 punti. Il quarto, con 92 punti, è il brasiliano Felipe Massa.

Come era previsto a inizio stagione, praticamente ogni gara di quest’anno è stata dominata dalle Mercedes di Hamilton e Rosberg: l’unico ad aver partecipato alla competizione tra i due è stato Vettel, che finora è quasi sempre arrivato fra i primi cinque ed è riuscito a vincere due Gran Premi, in Malesia e Ungheria. C’è moltissima distanza fra i primi tre piloti in classifica generale e tutti gli altri.

Come vedere il GP di Singapore in Streaming
Il Gran Premio d’Italia sarà visibile sulla Rai e sul canale 201 di Sky, Sky Sport 1, a partire dalle 14. In streaming, sarà visibile sul sito e sull’app della Rai e, a pagamento, grazie al servizio Sky Go, disponibile per gli abbonati Sky.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.