(DANIEL MIHAILESCU/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • sabato 1 Agosto 2015

IKEA ha comprato una foresta in Romania

È la prima volta che IKEA userà per i suoi mobili il legno proveniente da una foresta di sua proprietà, grande più di 300 chilometri quadrati

(DANIEL MIHAILESCU/AFP/Getty Images)

IKEA, la celebre azienda svedese di mobili, ha comprato circa 335 chilometri quadrati di foresta in Romania. È la prima volta che IKEA fa un’operazione di questo tipo finalizzata alla gestione diretta del legno. Non sono stati diffusi dettagli sul prezzo dell’acquisto. IKEA ha però spiegato che userà la foresta per rendere più sostenibile il suo uso del legno, oltre che per riuscire a mantenere bassi e accessibili i prezzi dei suoi prodotti. Il Wall Street Journal scrive che durante l’ultimo anno fiscale IKEA ha usato circa 15 milioni di metri cubi di legno per costruire i suoi mobili: il legno che servirebbe a realizzare 10 miliardi di torri Jenga, il famoso gioco in scatola. IKEA ha spiegato che userà parte del legname ricavato dalla foresta che ha comprato per costruire i mobili che saranno venduti in Romania: al momento c’è un negozio IKEA e ne aprirà presto un secondo.

IKEA compra la maggior parte del legno che usa per produrre i suoi mobili in Scandinavia, Russia, Polonia e Cina e nel 2012 ha presentato un piano in base al quale prevede di raddoppiare entro il 2020 le sue vendite annuali, portandole fino a 50 miliardi di euro. Steve Howard, il responsabile della sostenibilità ambientale di IKEA, ha però spiegato che l’azienda intende aumentare la produzione di legno solo del 50 per cento. Già da alcuni anni IKEA ha avviato diverse iniziative per ottimizzare l’uso del legname, ridurre gli sprechi e diminuire i costi. Dal 2000 IKEA ha introdotto IWAY, un codice di condotta che “stabilisce i requisiti minimi a cui tutti i fornitori devono attenersi”. IKEA si occupa anche di tracciare la provenienza e l’impatto ambientale conseguente al taglio del legname che utilizza: l’intero percorso del legno è monitorato da Rainforest Alliance Smart Wood Program, un gruppo indipendente di vigilanza.

Il Wall Street Journal spiega che negli ultimi anni IKEA ha aumentato l’utilizzo di legname riciclato e che entro il 2020 ha l’obiettivo di usare unicamente legname che sia riciclato o che sia certificato dal Forest Stewardship Council, un’organizzazione no profit che promuove un uso sostenibile del legname. Al momento solo la metà del legname usato da IKEA è riciclato o approvato dal Forest Stewardship Council.

In passato IKEA aveva già comprato delle foreste, ma non le aveva mai gestite direttamente e non ne aveva mai usato il legname per produrre i suoi mobili: quegli acquisti miravano solo a rendere più sostenibile l’impatto ambientale di IKEA. Prima dell’acquisizione della foresta in Romania IKEA possedeva in tutto circa 40 chilometri quadrati di foreste in Estonia, Lettonia e Lituania.