Sebastian Vettel bacio il trofeo del primo posto (ATTILA KISBENEDEK/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 26 luglio 2015

La Ferrari ha vinto il Gran Premio d’Ungheria

È la seconda vittoria per Vettel in stagione, Raikkonen si è ritirato e la Mercedes è andata male

Sebastian Vettel bacio il trofeo del primo posto (ATTILA KISBENEDEK/AFP/Getty Images)

Si è corso oggi sul circuito di Hungaroring il Gran Premio d’Ungheria di Formula 1, il decimo Gran Premio del Mondiale 2015. La gara è stata vinta inaspettatamente dal pilota tedesco Sebastian Vettel sulla Ferrari. Dietro di lui sono arrivati Daniil Kvjat e Daniel Ricciardo, entrambi piloti della Red Bull. L’altro pilota della Ferrari, Kimi Raikkonen, si è ritirato dopo essere stato al secondo posto per una buona parte della gara. Lewis Hamilton e Nico Rosberg – piloti della Mercedes, la squadra che sta dominando il Mondiale –  sono arrivati rispettivamente sesto e ottavo, dopo avere ottenuto alle qualifiche le prime due posizioni sulla griglia di partenza. È la seconda vittoria di Vettel in questo Mondiale: Vettel aveva già vinto il Gran Premio di Malesia che si era corso alla fine di marzo.

Prima dell’inizio della gara si è osservato un minuto di silenzio in ricordo di Jules Bianchi, pilota francese di 25 anni morto il 18 luglio dopo sei mesi di coma provocato da un incidente in pista. Alla commemorazione per Bianchi c’erano anche i suoi famigliari, tra cui il fratello Tom e il padre Philippe.

Finora il Mondiale di Formula 1 è stato dominato dalle Mercedes. Prima della gara di oggi Hamilton aveva 194 punti in classifica generale, davanti a Rosberg con 177 punti e Vettel a 135 (Raikkonen era solo quarto a 76 punti). Per come erano andate le qualifiche, e per quello visto finora nel Mondiale, in pochi si aspettavano un risultato del genere delle Ferrari, anche perché Hamilton già in passato aveva mostrato di andare molto forte su questo circuito, vincendo due delle ultime tre edizioni del Gran Premio che si è corso a Hungaroring. Nonostante la vittoria di oggi Vettel rimane al terzo posto in classifica, anche se guadagna diversi punti sulle Mercedes: la nuova classifica si vede qui.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.