Le foto dello spettacolo “Alla Vita!” del Cirque du Soleil a Expo (Barbara Francoli)

Le foto dello spettacolo del Cirque du Soleil a Expo

"Alla Vita" durerà soltanto fino alla fine di agosto, ed è l'unica iniziativa di Expo per cui serve un biglietto apposito

Le foto dello spettacolo “Alla Vita!” del Cirque du Soleil a Expo (Barbara Francoli)

Lo spettacolo “Alla Vita!” del Cirque du Soleil si tiene la sera dal mercoledì alla domenica a Expo: è stato organizzato apposta per l’Esposizione dalla compagnia di circo canadese e si basa su giochi di mimo, acrobazie e giocoleria. Lo spettacolo si può vedere fino al 30 agosto, dura un’ora, inizia alle 21.30 ed è molto movimentato e coinvolgente per il pubblico, tra evoluzioni e acrobazie, con giochi di luci e musica.

I 48 artisti del Cirque du Soleil – tra cui 23 italiani – si esibiscono sul palco dell’Open Air Theatre, che si trova all’estremità sud di Expo ed è un grande teatro che può ospitare circa 11mila persone tra gradinate e prato (la copertura del palco è dotata di pannelli solari per utilizzare energia da fonti rinnovabili durante gli spettacoli). Gli artisti propongono una fiaba divisa in 14 atti per celebrare l’Italia: un ragazzo di nome Leonardo (interpretato dall’italiano Giacomo Marcheschi) riceve dalla nonna un seme magico di margherita, come simbolo della vita. Da quel seme nasce sul palco “Farro”, un amico immaginario che guida Leonardo in un viaggio attraverso l’Italia, tra acrobazie, colori e musica.

Lo spettacolo è l’unico a pagamento di Expo: va infatti comprato un biglietto a parte (sul sito o alle biglietterie autorizzate, come Expo Gate in piazza Cairoli) oltre quello per entrare nel sito dell’Esposizione, che costa tra i 25 e i 35 euro a seconda della posizione. Per comprarlo bisogna per forza essere già in possesso di un biglietto per Expo. Dato che il teatro è all’aperto, ogni giorno c’è la possibilità che lo spettacolo venga annullato, anche all’ultimo minuto, per il brutto tempo: in questo caso gli spettatori hanno diritto al rimborso del biglietto, come viene spiegato sul sito.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.