Foto: la ministra dell'Istruzione Stefania Giannini (Roberto Monaldo / LaPresse)
  • Italia
  • mercoledì 8 luglio 2015

La riforma della scuola alla Camera

Si è conclusa la discussione generale, cominciano le votazioni agli emendamenti: il voto finale arriverà tra oggi e domani

Foto: la ministra dell'Istruzione Stefania Giannini (Roberto Monaldo / LaPresse)

Martedì 7 luglio si è conclusa alla Camera la discussione generale sulla riforma della scuola che il governo chiama “La buona scuola”, dopo una prima approvazione alla Camera e dopo che lo scorso 25 giugno il Senato aveva votato la mozione di fiducia posta dal governo Renzi su un maxi-emendamento (per questo motivo la legge è tornata alla Camera in seconda lettura). L’esame del disegno di legge riprende oggi dalle 9.30, con le votazioni sui circa 60 emendamenti presentati dall’opposizione al testo. Alla Camera il governo ha un’ampia maggioranza.

Non è ancora stata decisa la giornata del voto definitivo, che potrebbe arrivare tra oggi e domani.
Ieri il dibattito alla Camera era cominciato dopo una manifestazione indetta da sindacati e movimenti dei docenti davanti a palazzo Montecitorio.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.