(AP Photo/Vincent Jannink)
  • Sport
  • sabato 27 giugno 2015

Valentino Rossi ha vinto il Gran Premio d’Olanda

Foto e video di una gara emozionante, con un episodio molto spettacolare che ha coinvolto Marquez e Rossi

(AP Photo/Vincent Jannink)

Il Gran Premio d’Olanda di MotoGP, che si corre ad Assem, è stato vinto oggi da Valentino Rossi, che è arrivato davanti a Marc Marquez e Jorge Lorenzo. Dopo essere partito primo, Rossi è stato superato da Marquez a metà gara. A 3 giri dalla fine è però tornato in testa ed è riuscito a rimanere primo fino all’arrivo, tagliando la pista nella ghiaia per evitare un sorpasso all’ultima curva. Rossi è arrivato con poco più di un secondo di vantaggio su Marquez (Honda) e 14 secondi su Lorenzo (Yamaha).

Nella classifica piloti del Motomondiale Rossi ha ora 163 punti, dieci in più di Lorenzo. Al terzo posto della classifica c’è Iannone, che oggi è arrivato quarto, con 107 punti: dietro di lui ci sono Marquez (89) e Dovizioso (87). In questa stagione Valentino Rossi ha ottenuto 8 podi in 8 gare e quella di oggi è la sua 111esima vittoria complessiva e la sua nona vittoria ad Assen.

Subito dopo la gara Livio Suppo, team manager Honda, ha detto: “Rossi è stato avvantaggiato dal taglio di pista – ha spiegato – ma va detto che è stato colpito sulla spalla dal nostro pilota, quindi non poteva fare altrimenti. Vittoria meritata”. Marquez ha detto di essere stato il “vincitore morale”, Rossi parlando del contatto con Marquez ha detto: «Sinceramente non so come avrei dovuto fare visto che mi ha buttato fuori, purtroppo per lui ero lì. Con Marc la certezza è che quando lotti con lui una carenata la prendi. Come avrei potuto sparire da quella posizione?».

****

Il Gran Premio d’Olanda di MotoGP si è corso oggi alle 14 ad Assen, nei Paesi Bassi: è l’ottava gara del Mondiale di MotoGP, e si svolge su un circuito particolarmente apprezzato da piloti e tifosi. Il circuito può ospitare fino a 100mila spettatori ed è l’unico su cui si è corso ogni anno da quando nel 1949 è nato il Mondiale di motociclismo. Il circuito di Assen ha un’evidente peculiarità: dal 1949 a oggi le gare si sono sempre tenute di sabato, a differenza di tutti gli altri Gran Premi che si corrono di domenica. Dal 1949 al 1955 il Gran Premio di Assen si è corso su strade pubbliche, dal 1955 in poi si è invece corso sul circuito conosciuto come Dutch TT.

Il Gran Premio di Assen si è sempre corso l’ultimo sabato di giugno: nel 1949 si decise di tenerlo di sabato perché la partenza e l’arrivo della corsa si trovavano vicino a una chiesa: il sito motomatters.com scrive che oltre a vari problemi pratici e logistici, si decise per il sabato perché il pastore protestante della città non voleva che il rumore delle moto e dei tifosi interferisse con la messa della domenica. La versione è citata da più fonti, ma non esistono conferme certe. La scelta di correre di sabato contribuì a caratterizzare il gran premio di Assen: anche in seguito si decise di mantenere invariata quella particolarità.

Quello del 2015 sarà però l’ultimo Gran Premio che si terrà di sabato: il 25 giugno la direzione della corsa ha comunicato che dal 2016 il gran premio di Assen sarà di domenica. La scelta è stata fatta per ragioni economiche: un Gran Premio corso di domenica ha più spettatori, sia in televisione che sul circuito. Il comunicato ufficiale ha però precisato che il Gran Premio di Assen sarà l’ultima domenica di giugno e ha parlato della volontà di mantenere una “vecchia tradizione”, seppur con una “svolta moderna”.

Il favorito per il Gran Premio di questo pomeriggio era Valentino Rossi, che nelle prove di qualificazione di venerdì ha stabilito il nuovo record della pista conquistando la Pole Position, il primo posto in griglia di partenza. Rossi è al momento primo anche nella classifica generale del Mondiale, con dieci punti di vantaggio su Jorge Lorenzo che, come Rossi, guida una moto Yamaha. Lorenzo partirà dall’ottavo posto.

Il Gran Premio di Assen di questo pomeriggio si è corso su 26 giri, per un totale di 118 chilometri: il circuito prevede sei curve a sinistra e dodici a destra, con un rettilineo di 447 metri. Il Gran Premio del 2014 è stato vinto da Marc Marquez, davanti a Andrea Dovizioso e Dani Pedrosa.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.