Un vecchio autobus del 1961 dell'ANM. Foto di Salvatore Esposito/Ansa-Zumapress
  • Italia
  • mercoledì 17 Giugno 2015

Lo sciopero dei mezzi pubblici ANM a Napoli di giovedì 18 giugno

Tutte le informazioni e gli orari per chi domani si deve spostare a Napoli

Un vecchio autobus del 1961 dell'ANM. Foto di Salvatore Esposito/Ansa-Zumapress

È stato indetto per giovedì 18 giugno, uno sciopero dei mezzi pubblici ANM a Napoli. Lo sciopero durerà 4 ore, dalle 11.00 del mattino alle 15.00 ed è stato proclamato dal sindacato USB Lavoro Privato il 3 giugno scorso. Lo sciopero riguarderà tutti i mezzi pubblici gestiti dall’azienda locale ANM: autobus, metropolitana e funicolare.

Sul sito del sindacato sono spiegate le ragioni della protesta: gli autobus sono considerati troppo vecchi, «la flotta ha 16 anni» scrive l’USB. I dipendenti dell’ANM denunciano di lavorare su mezzi senza aria condizionata, nelle ore di punta i mezzi pubblici sono sovraffollati e spesso alcune uscite della metropolitana vengono chiuse perché non c’è personale per gestirle. Inoltre, scrive sempre USB, anche gli utenti si trovano a dovere aspettare troppo tempo alle fermate, che spesso non hanno le pensiline per sedersi e hanno anche visto aumentare il costo delle tariffe di trasporto. Secondo il sindacato, questi malfunzionamenti hanno aumentato il numero di aggressioni, sia verbali che fisiche, nei confronti dei dipendenti ANM.

Queste sono le richieste del sindacato:

ricambio generazionale ed assunzione di autisti;
unità di trattamento in merito al valore economico ticket, tessere familiari e premio di risultato;
pari opportunità di crescita professionale;
indennità economiche legate alla mansione;
rispetto degli accordi sindacali sottoscritti in passato per i macchinisti;
adeguate misure di prevenzione e sicurezza a tutela della salute e dell’incolumità dei lavoratori sui luoghi di lavoro;
collocazione degli inidonei in base alle proprie competenze.