(Hector Vivas/Latin Content/Getty Images)
  • TV
  • sabato 6 giugno 2015

A ottobre arriva Netflix in Italia

Oggi c'è stato l'annuncio ufficiale, ma non si sa ancora quale sarà il catalogo a cui avranno accesso i clienti italiani

(Hector Vivas/Latin Content/Getty Images)

Netflix ha annunciato sabato 6 giugno che da ottobre sarà disponibile anche in Italia: è uno dei più popolari servizi di streaming a pagamento di film e serie tv, molto diffuso soprattutto negli Stati Uniti. La notizia era circolata prima dell’annuncio ufficiale grazie a un’anticipazione dell’intervista data dal CEO di Netflix Reed Hastings all’edizione italiana del magazine Wired. Più tardi è stata confermata dall’account Twitter di Netflix e da un loro comunicato stampa.

Netflix non ha ancora diffuso il giorno esatto in cui verrà reso disponibile il nuovo servizio. A Wired, Hastings ha detto che i prezzi «saranno in linea con quelli degli altri paesi europei», dove l’offerta più economica è di 7,99 euro. Netflix è già disponibile da tempo in diversi paesi europei come Francia, Regno Unito, Danimarca, Belgio e Svizzera. Non è ancora chiaro quali film e serie tv saranno disponibili nel catalogo di Netflix in Italia: il Corriere della Sera ha scritto che «tradizionalmente l’80% proviene dagli Stati Uniti e il restante 20 dal [singolo] Paese».

Netflix esiste dal 1997. All’inizio offriva un servizio di noleggio di DVD e videogiochi che aveva superato nettamente la concorrenza di Blockbuster: dava la possibilità ai suoi utenti di sottoscrivere degli abbonamenti flat, di noleggiare un film su Internet e riceverlo a casa per posta, senza limiti di tempo per la restituzione, al prezzo mensile di 8,99 dollari. Dal 2008 è stato attivato il servizio di streaming online on demand, accessibile tramite un apposito abbonamento. Oggi ha più di 60 milioni di abbonati in tutto il mondo e produce per conto proprio serie televisive di successo come House of Cards e Orange Is the New Black.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.