Una foto di William Albert Allard, esposta alla mostra (William Albert Allard)

Hungry Eyes, quattro mostre in una a Milano

Fino al 30 ottobre in zona Navigli verranno esposte le fotografie di William Albert Allard, Joel Meyerowitz e molti altri famosi artisti

Una foto di William Albert Allard, esposta alla mostra (William Albert Allard)

È iniziata all’Area 35 di Via Vigevano a Milano – uno spazio espositivo in zona NavigliHungry Eyes, una rassegna fotografica organizzata da Cortona On The Move, il festival internazionale di fotografia che si tiene ogni anno dal 2011 a Cortona, in Toscana. La mostra, che cambierà per quattro volte fino alla data di chiusura del 30 ottobre esponendo fotografie legate a quattro temi diversi, è gratuita ed è aperta dalle 10 alle 22 tutti i giorni. Non saranno esposte solo fotografie: visto che la mostra è legata a Expo, ci saranno alcuni eventi sul tema del cibo, organizzati da diversi gruppi toscani.

Le quattro mostre che verranno presentate sono state scelte tra le precedenti edizioni del Festival di fotografia Cortona On The Move. Dal 5 al 30 giugno ci sarà Portraits of America di William Albert Allard, un famoso fotografo americano che ha collaborato a lungo con il National Geographic come fotografo di persone. Le sue fotografie mostrano le diversità presenti in America, dalle comunità Amish, ai laghi del Minnesota, fino ai cowboy da rodeo.

Dal 2 luglio fino al 1 settembre ci sarà Land Inc. di  TerraProject, un gruppo di documentaristi – tra cui Michele Borzoni, Simone Donati, Pietro Paolini Michele Borzoni e Rocco Rorandelli – che hanno fotografato lo sviluppo neocolonialista in Brasile, a Dubai, in Etiopia, in Indonesia e nelle Filippine. Dal 3 al 29 settembre sarà esposto Overwhelmed by the Atmosphere of Kindness. Podlaskie, il lavoro di Tomasz Tomaszewski che ha fotografato la regione polacca Podlaskie. L’ultima mostra, dal 1 al 30 ottobre, si chiama Taking my time ed è una retrospettiva sul lavoro del fotografo americano Joel Meyerowitz.