• Internet
  • spazio
  • Questo articolo ha più di sette anni

Tutti i doodle di Google per festeggiare Sally Ride, nata 64 anni fa

I cinque disegni animati con cui Google celebra la prima astronauta statunitense a far parte di una missione nello Spazio

Sally Ride, fisica e astronauta, fu la prima astronauta statunitense a far parte di una missione nello Spazio, ed era nata a Los Angeles il 26 maggio di 64 anni fa. Google le ha dedicato il doodle di oggi, per festeggiare l’anniversario della sua nascita. Al posto del classico logo, nella pagina principale del motore di ricerca c’è un disegno animato a lei dedicato: anzi, ce ne sono cinque. Provate ad aggiornare la pagina.

sally-rides-64th-birthday-4870670991228928.2-5710096743006208-ror

sally-rides-64th-birthday-4870670991228928-5666313846390784-ror

sally-rides-64th-birthday-4870670991228928.2-5690820929781760-ror

sally-rides-64th-birthday-4870670991228928-5699127396532224-ror

sally-rides-64th-birthday-4870670991228928-5660850647990272-ror

Questo video, diffuso da Google, spiega la realizzazione dei doodle:

Il primo viaggio di Sally Ride nello Spazio fu nel 1983, come membro dell’equipaggio della missione STS-7, la settima dello Space Shuttle e la seconda della navetta Challenger. Fu la prima missione spaziale statunitense a cui prese parte un’astronauta donna. Il suo secondo viaggio nello Spazio fu nel 1984, sempre a bordo del Challenger, per la missione STS 41-G. Avrebbe dovuto partecipare a una terza missione, per cui aveva completato gli otto mesi di addestramento previsti, ma dopo il disastro della missione STS-51-L nel 1986, quando lo Shuttle Challenger si distrusse a 73 secondi dal lancio, causando la morte dei 7 membri dell’equipaggio, Ride fu assegnata alla commissione di inchiesta che indagò sulle cause dell’incidente. Fu poi trasferita preso la sede centrale della NASA a Washington DC, dove fondò l’Office of Exploration e diresse il primo tentativo di pianificazione strategica della NASA.

Dal 1989 insegnò fisica all’università, fondò un’azienda che crea programmi e pubblicazioni di scienze divertenti per bambini e ragazzini delle scuole elementari e medie, e che si concentra soprattutto sulle bambine e ragazze. Scrisse sette libri per bambini sullo Spazio, per incoraggiarli a studiare scienze. Nel 2008 si schierò pubblicamente a favore di Barack Obama, e fece parte del President’s Committee of Advisors on Science and Technology. Morì a 61 anni, il 23 luglio 2012, a causa di un cancro al pancreas.