• Mondo
  • mercoledì 15 aprile 2015

Abbey Road vista dal desktop

“Inside Abbey Road” è il nuovo progetto interattivo di Google: permette di visitare online gli studi di registrazione famosi per i Beatles, provandone strumenti e microfoni

Abbey Road è una strada nel nord di Londra, vicino a Camden. A rendere famosa Abbey Road – che dal 2010 è stata inserita dal governo britannico in una lista protetta dell’English Heritage – è stata la fotografia scattata nella mattina dell’8 agosto 1969 da Ian Macmillan che diventò l’immagine di copertina dell’album Abbey Road, l’ultimo inciso in studio dai Beatles. L’album fu inciso negli EMI Studios, che dal 1970 cambiarono il loro nome in Abbey Road Studios. Per celebrare la storia degli Abbey Road Studios, Google ha pubblicato Inside Abbey Road, un progetto interattivo che permette di visitare gli studi di registrazione e di scoprirne la storia, grazie alle oltre 150 immagini panoramiche e a molti altri strumenti che permettono di navigare e visitare i locali in cui i Beatles realizzarono il loro album.

Il blog ufficiale di Google dice che Inside Abbey Road permette anche di scoprire oltre 30 tra storie, aneddoti e fatti riguardanti gli Abbey Road Studios e chi negli anni ci ha lavorato. È per esempio in questi luoghi che l’ingegnere elettronico Alan Blumlein sviluppò la stereofonia, la tecnica che permette l’audio stereo, la diffusione del suono da molteplici flussi informativi sonori. Il progetto interattivo di Google permette anche di “provare” il J37 4-track recorder, il registratore usato dai Beatles in Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band, di usare i più importanti microfoni dello studio di registrazione, e di provare ad applicare diversi effetti a una traccia vocale.

Inside Abbey Road segue iniziative simili fatte da Google negli ultimi anni: Google Cultural Institute permette di visitare i principali musei mondiali (come il Van Gogh Museum di Amsterdam) le meraviglie del mondo (come le Piramidi di Giza) o importanti luoghi storici (come il Teatro Ford dove 150 anni fa ci fu l’attentato al presidente degli Stati Uniti Abraham Lincoln). Oltre che per i Beatles, il loro album e la famosa foto sulle strisce pedonali, gli studi di registrazione di Abbey Road sono famosi perché lì sono stati registrati i temi musicali di Star Wars, Indiana Jones e Harry Potter, così come alcune delle più conosciute canzoni degli Oasis, dei Pink Floyd, dei Queen e degli U2. E, dopo tutti loro, a Abbey Road è andato anche il peraltro direttore del Post.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.