Le fotografie di Jeff Wall tra arte e cinema

Le sue fotografie sono famose per l’altissimo livello di dettaglio, per i riferimenti all’arte classica e per i molti modi in cui si possono interpretare

Il museo d’arte moderna “Louisiana”, a Copenaghen, ha organizzato una mostra su Jeff Wall, fotografo canadese tra i più conosciuti e apprezzati al mondo. La mostra, visitabile fino al 21 giugno, raccoglie 35 sue diverse fotografie scattate tra il 1996 e il 2013. Jeff Wall è nato a Vancouver nel 1946 e si è avvicinato alla fotografia dopo aver studiato storia dell’arte. Le sue immagini, moderne e concettuali, stravolgono gli stereotipi e le convenzioni della fotografia riflettendo sul linguaggio e sulle nostre abitudini visive. Le immagini di Wall – spesso proposte in grandi formati, che ricordano i quadri dell’Ottocento – sono state accostate all’arte barocca e ai quadri di Manet per il loro alto livello di dettaglio, per il bilanciamento delle figure e per le curate scelte cromatiche.

Jeff Wall, nello stravolgere le convenzioni, propone fotografie dall’altissimo livello di dettaglio, spesso molto modificate in fase di post-produzione e sempre molto studiate, ricercate e realizzate in set quasi cinematografici. Oltre che artista e fotografo, Wall è infatti anche “regista”: pianifica alla perfezione posizione delle figure e degli oggetti, ambienti, costumi, luci e scenografie. Ma, nonostante questo, le sue fotografie sono volutamente ambigue, quasi ermetiche. L’altissima preparazione lascia di proposito molto non-detto, molto spazio all’interpretazione di chi guarda. Come Wall ha sintetizzato in passato, la sceneggiatura la scrive chi guarda la foto: “it’s you who write the script”. Come i migliori quadri, e come i migliori film, anche le fotografie di Wall si aprono a tante e diverse interpretazioni.

Wall, famoso per i suoi light box – grandi immagini retroilluminate – ha partecipato a molti importanti eventi, da Documenta Kassel alla Biennale di Venezia, e ha esposto le sue opere nei principali musei del mondo: il MoMA di New York (2007), il Deutsche Guggenheim di Berlino (2007) il San Francisco Museum of Modern Art (2008) e la Tate Modern di Londra (2005). In Italia le fotografie di Wall sono state esposte nel 2013 al PAC (Padiglione d’Arte Contemporanea) di Milano. Le fotografie di Jeff Wall in mostra a Copenhagen sono state raccolte nel catalogo illustrato Jeff Wall – Tableaux Pictures Photographs 1996-2013, pubblicato nel febbraio 2015.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.