Le frasi più sottolineate sui Kindle

Nella classifica diffusa da Amazon ci sono frasi di Tiziano Terzani, di Victor Hugo e della biografia di Steve Jobs

Accanto alla classifica dei libri più venduti sull’Amazon Store, da due anni Amazon mette insieme una seconda e meno usuale classifica: quella delle frasi e dei libri più sottolineati tra quelli venduti sull’Amazon Store e letti sui Kindle, gli e-reader prodotti e venduti da Amazon. Mettere insieme questa classifica è possibile grazie a una speciale funzione degli e-reader, che permette di sottolineare porzioni di testo dei libri che si stanno leggendo: per salvarle o solo per ritrovarle più facilmente. La classifica è molto interessante e ci permette di osservare un aspetto della nostra lettura, le sottolineature, che siamo abituati a considerare privato e che fino a pochi anni fa non avrebbe potuto essere misurato. Nella classifica di quest’anno, che si riferisce ai libri venduti e letti in Italia nel 2014, ci sono diversi saggi (che occupano le prime sei posizioni), due romanzi (“Un altro giro di giostra” di Tiziano Terzani e “I miserabili” di Victor Hugo) e infine la biografia di Steve Jobs. Di seguito trovate la classifica dei libri e dei loro passaggi più sottolineati. E la morale è: sì, sottolineiamo tutti le stesse cose.

1. Pensa e arricchisci te stesso, Napoleon Hill

Chiunque voglia riuscire a vincere in un’impresa, deve essere disposto a bruciare le sue navi e tagliare i ponti per impedirsi di tornare sui suoi passi. Solo così facendo si può assicurare di mantenere lo stato mentale di “ardente desiderio di farcela”, che è essenziale per il successo

2. Come trattare gli altri e farseli amici, Dale Carnegie

La critica è inutile perché pone le persone sulla difensiva e le induce immediatamente a cercare una giustificazione. È pericolosa perché ferisce l’orgoglio della gente, la fa sentire impotente e suscita risentimento

3. Pensieri lenti e veloci, Daniel Kahneman

Un modo sicuro di indurre la gente a credere a cose false è la frequente ripetizione, perché la familiarità non si distingue facilmente dalla verità

4. Le armi della persuasione, Robert Cialdini

Se chiediamo a qualcuno di farci un favore, l’otterremo più facilmente se forniamo una qualche ragione: alla gente piace avere delle ragioni per quello che fa.

5. The China Study, T. Colin Campbell

Qual è la proteina maggiormente responsabile del cancro, secondo rilevazioni eseguite con costanza? La caseina, che costituisce l’87% della proteine ​​del latte vaccino, è in grado di innescare tutte le fasi del processo cancerogeno. Che tipo di proteina non ha generato il cancro, anche ad alti livelli di assunzione? Le proteine ​​considerate sicure si sono rivelate essere quelle di origine vegetale, tra cui grano e soia

6. SEO Google. Guida al web marketing con gli strumenti di Google, Francesco De Nobili

Google dà grande importanza alle prime parole del titolo e premia una forma di contenuti formata da due parti: una parte sintetica e una parte descrittiva

7. I Miserabili, Victor Hugo

Il mondo confonde le stelle disegnate dai piedi delle anatre sul fango con le vere stelle che brillano nella profondità del cielo.

8. Il potere di Adesso: Una guida all’illuminazione spirituale, Eckhart Tolle

Prima accetta, poi mettiti in azione. A prescindere da cosa racchiuda il presente, accettalo come se lo avessi scelto. Collabora sempre, non agire contro di esso. Fattelo amico e alleato, non nemico. Tutto questo trasformerà miracolosamente la tua vita.

9. Un altro giro di giostra, Tiziano Terzani

E quindi, se ci fosse un letto di rose, sarebbe una benedizione o una maledizione? Forse una condanna, perché se uno vivesse senza mai chiedersi il perché per il quale vive, perderebbe una grande opportunità. E solamente la sofferenza spinge a porsi questa domanda

10. Steve Jobs: La biografia autorizzata del fondatore di Apple, Walter Isaacson

Gli insegnai che, se si agisce come se si fosse in grado di fare qualcosa, quel qualcosa si realizza. Gli dissi: fa’ finta di avere il controllo assoluto della situazione e la gente penserà che tu ce l’abbia davvero