• Sport
  • martedì 7 aprile 2015

Fiorentina-Juventus, Tevez non gioca

Alle 20.45 si decide la prima finalista di Coppa Italia, la Juve deve rimontare una sconfitta: le probabili formazioni e le cose da sapere

Fiorentina e Juventus giocheranno stasera allo stadio Artemio Franchi di Firenze la gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia (che da qualche anno si chiama TIM Cup). La squadra vincente affronterà in finale una tra Napoli e Lazio, che giocheranno mercoledì sera al San Paolo. La gara di andata tra Juventus e Fiorentina, giocata il 5 marzo a Torino, era finita 2-1 per la Fiorentina: al primo gol di Salah aveva risposto Llorente, nel secondo tempo ancora Salah aveva segnato il gol del definitivo 2 a 1. La Juventus non perdeva una gara in casa dal 10 aprile 2013 (0-2 contro il Bayern Monaco in Champions League).

La partita di questa sera sarà giocata tra due delle squadre più in forma di questo momento di stagione. Entrambe hanno vinto per 2-0 la gara di campionato giocata sabato: la Juventus battendo l’Empoli con i gol di Tevez e Pereyra, la Fiorentina battendo la Sampdoria grazie alle reti di Diamanti e Salah. Juventus e Fiorentina sono, insieme al Napoli, le uniche squadre italiane ancora impegnate in tre competizioni: oltre a campionato e Coppa Italia la Juventus giocherà martedì 14 aprile contro il Monaco l’andata dei quarti di finale di Champions League, la Fiorentina giocherà giovedì 16 aprile contro la Dinamo Kiev la gara d’andata dei quarti di finale di Europa League.

Juventus e Fiorentina fino a oggi
Entrambe le squadre – oltre questo recente momento di ottima forma – hanno fin qui avuto una stagione davvero buona: la Juventus, con 14 punti di vantaggio sulla Roma a 9 giornate dal termine della Serie A, ha praticamente già vinto lo scudetto; la Fiorentina battendo la Sampdoria ha raggiunto il quarto posto, a soli 6 punti dal terzo posto della Lazio necessario per qualificarsi alla fase preliminare della Champions League (alla quale la Fiorentina potrebbe anche accedere nel caso dovesse vincere l’Europa League). Juventus e Fiorentina arrivano quindi molto bene alla gara di questa sera. Nessuna delle due ha bisogno di arrivare in finale e vincere la Coppa Italia per “salvare” una stagione, ma comunque questo resterebbe per entrambe un importante traguardo: alla Juventus per poter ambire alla vittoria, nella stessa stagione, di campionato, Champions League e Coppa Italia (è riuscita a farlo l’Inter nel 2010), alla Fiorentina per vincere un trofeo, cosa che non le succede dal 2001 (anno in cui la Fiorentina vinse proprio la Coppa Italia). La Fiorentina ci arrivò molto vicina già l’anno scorso: perse in finale contro il Napoli.

La semifinale di questa sera dovrebbe anche essere una bella partita da vedere: aperta, ben giocata, probabilmente con qualche gol. La Juventus, che ha bisogno di segnare, probabilmente attaccherà dai primi minuti: questo lascerà alla Fiorentina la possibilità di fare un tipo di gioco che negli ultimi mesi le riesce molto bene, basato sul contropiede e sulle verticalizzazioni negli spazi che la Juventus potrebbe lasciare.

Le probabili formazioni
Nonostante entrambe impegnate in tre competizioni, sia Fiorentina che Juventus giocheranno con una formazione molto simile a quella titolare. Allegri, allenatore della Juventus, dovrebbe schierare un 4-3-1-2; Montella, allenatore della Fiorentina, dovrebbe invece scegliere il 3-5-2.

Allegri lascerà a riposo Buffon (al suo posto Storari), e probabilmente Barzagli. Rientrerà invece a centrocampo Marchisio (il cui infortunio si è rivelato essere molto meno grave di quanto all’inizio ipotizzato). Non ci saranno però né Pogba né Pirlo e quindi dovrebbe giocare titolare Sturaro, arrivato alla Juventus a gennaio dal Genoa. In attacco Allegri schiererà la coppia composta da Morata e Llorente. Avrebbe dovuto giocare Tevez che però sarà assente a causa di un problema muscolare. Tevez potrebbe anche saltare la gara di campionato di sabato pomeriggio contro il Parma, dovrebbe invece esserci per il quarto di finale di Champions League. Montella schiererà i suoi due attaccanti titolari, che stanno entrambi facendo molto bene ultimamente: Salah e Gomez. In difesa rientrerà Savic; a centrocampo sono assenti Pizarro e Badelj, dovrebbero giocare Borja Valero, Kurtic e Mati Fernandez. Queste le probabili formazioni, fornite dal Veggente:

Juventus: Storari; Lichsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Marchisio, Sturaro; Pereyra; Morata, Llorente
Fiorentina: Neto; Savic, Gonzalo Rodriguez, Basanta; Marcos Alonso, Kurtic, Borja Valero, Mati Fernandez, Joaquin; Salah, Mario Gomez

Chi si qualifica se
La Fiorentina si qualifica con qualsiasi risultato se vince o pareggia; ma si qualifica anche se perde 0-1. In caso di sconfitta per 1-2 si andrebbe ai tempi supplementari. La Juventus si qualifica se vince con almeno due gol di scarto, oppure se vince con un gol di scarto ma segnando almeno tre gol (quindi 2-3, 3-4, eccetera).

I pronostici
La vittoria della Juventus è pagata sul sito SNAI, società italiana si occupa della gestione delle scommesse, a 2,20 (scommettendo un euro si vincerebbero 2 euro e 20 centesimi). Il passaggio del turno della Juventus (per cui non basterebbe una semplice vittoria) è pagato 3,00, quello della Fiorentina 1,33. La Fiorentina è, al momento, anche la favorita degli scommettitori per la vittoria finale della Coppa Italia, pagata a 2,75. Una vittoria della Juventus renderebbe invece 4 euro per ogni euro scommesso.

Come vederla
La partita sarà visibile in tv in chiaro su Rai 1 e sul canale Rai HD (501). In streaming, Fiorentina-Juventus si potrà vedere sul sito della RAI, anche da tablet e smartphone.

Foto: Marchisio e Salah, durante la gara d’andata (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.