• Mondo
  • domenica 1 Marzo 2015

In Estonia si vota per rinnovare il Parlamento

In campagna elettorale si è parlato molto di sicurezza e di Russia: nei sondaggi la coalizione dell'attuale primo ministro viene data vicina al partito appoggiato da Putin

Oggi si vota per il rinnovo del parlamento in Estonia, un paese di poco più di un milione di abitanti che affaccia sul mar Baltico. Il tema principale di queste elezioni sono le preoccupazioni sulla sicurezza del paese causate dal recente coinvolgimento dell Russia nella crisi Ucraina. L’Estonia confina ad occidente con la Russia ed è rimasta sotto la dominazione sovietica dal 1941 al 1991. I due avversari principali nel corso delle elezioni sono la coalizione guidata dall’attuale primo ministro, Taavi Roivas, e il Partito di Centro, una formazione vicina alla Russia di Putin e votata soprattutto dagli estoni di lingua russa (circa un quarto della popolazione).

L’Estonia è una repubblica parlamentare e le elezioni di oggi porteranno al rinnovo dei 101 seggi del parlamento che dovrà poi nominare il nuovo governo. L’attuale primo ministro è Taavi Roivas, del Partito Estone delle Riforme, un partito di centro-destra liberale. Roivas, 35 e più giovane primo ministro d’Europa, è stato nominato lo scorso marzo in seguito alle dimissioni del suo predecessore Andrus Ansip (anche lui membro del partito delle Riforme). Roivas governa tramite una colazione formata da quasi tutti i partiti tranne il Partito di Centro filo-russo.

Secondo gli ultimi sondaggi, sia il Partito delle Riforme che il Partito di Centro dovrebbero ottenere circa un quarto dei voti, ma è quasi impossibile che i filo-russi riescano a formare un governo. Secondo BBC, le altre forze politiche molto probabilmente si alleeranno dopo le elezioni per formare una coalizione con cui rinnovare l’attuale governo. Il Partito di Centro è molto isolato dalle altre forze politiche proprio a causa della situazione internazionale. Negli ultimi mesi l’Estonia è stato uno dei paesi che hanno chiesto con maggior forza le sanzioni contro la Russia e un maggior impegno della NATO nelle regioni orientali (l’Estonia è parte dell’alleanza dal 2004). Le relazioni tra Russia ed Estonia sono precipitate negli ultimi mesi. Aerei da guerra russi hanno violato spesso lo spazio aereo estone e l’anno scorso un agente di sicurezza estone è stato arrestato ad un posto di confine tra i due paesi. I seggi chiuderanno alle 19 ora italiana.