• Italia
  • martedì 3 Febbraio 2015

Trenord, il calendario 2014 dei ritardi

Una pendolare in provincia di Varese ha fotografato i ritardi di tutto lo scorso anno accumulati del suo treno Trenord: è arrivata a 40 ore

Per Trenord – una società ferroviaria di proprietà prevalentemente di Trenitalia e Regione Lombardia – e per i suoi utenti è stato un 2014 con molti problemi (e anche nel 2015 le cose non stanno andando troppo bene). Gaia Daverio è una ragazza che abita nella provincia di Varese, a Laveno Mombello, e prende tutti i giorni il treno di Trenord per arrivare alla stazione Cadorna di Milano. Stufa delle frequenti attese, ha fotografato per tutto il 2014 i cartelloni con i ritardi e li ha montati su un calendario, come spiega sulla sua pagina Facebook: «10 minuti oggi, 5 minuti domani… Ma quanti minuti di ritardo farà il treno in un anno intero? Ho così deciso che da quel giorno mi sarei appuntata tutti i ritardi subiti dai treni che sono costretta a prendere 5 giorni a settimana per praticamente tutto l’anno».

Un anno dopo Gaia Daverio ha scoperto di aver aspettato sui binari il suo treno di Trenord ben 2.415 minuti, che vuol dire circa 40 ore: più di un giorno e mezzo.

«Questo esperimento è stato fatto esclusivamente per gioco, per occupare quel tempo passato ad aspettare il treno che non arriva; senza pretese di ottenere qualcosa da Trenord. Oggi io – come altre centinaia di persone ogni giorno – mi sono presentata in stazione, ho pagato il mio abbonamento maggiorato, ho aspettato qualche minuto prima che il treno arrivasse. Niente è cambiato e niente cambierà rispetto a ieri o rispetto all’anno scorso»