• Italia
  • domenica 28 dicembre 2014

L’incendio sulla Norman Atlantic

Un traghetto in rotta tra la Grecia e l'Italia ha preso fuoco con a bordo 478 persone: c'è almeno un morto, mentre 265 passeggeri sono stati messi in salvo

Aggiornamento di lunedì 29 dicembre 2014
La Marina Militare italiana ha annunciato alle 7:15 del mattino che le persone salvate sono 284, mentre in 194 sono ancora a bordo della nave Norman Atlantic.

Nella mattina di domenica 28 dicembre si è sviluppato un incendio a bordo della Norman Altantic, un traghetto partito da Igoumenitsa, in Grecia, e diretto ad Ancona, nelle Marche: la Guardia Costiera italiana e fonti governative greche hanno confermato la morte di una persona. L’incendio a bordo della nave è ancora in corso, anche se la forte pioggia ha rallentato la diffusione delle fiamme, mentre proseguono le operazioni di salvataggio. Secondo le ultime notizie diffuse dalla Marina militare italiana, 190 persone sono state evacuate dalla nave mentre altre 287 sono ancora a bordo e si sono rifugiate nella parte alta dell’imbarcazione (qui potete vedere il video dell’azione di salvataggio compiuta da un elicottero).

 

I soccorsi sono resi particolarmente difficili dal forte vento e dal mare mosso. Poco prima delle 18 la nave è stata agganciata da un rimorchiatore che dovrebbe rendere l’imbarcazione più stabile e quindi i soccorsi più facili.

L’incendio
L’incendio è cominciato nel garage della nave, dove si trovano circa 200 veicoli, intorno alle 4:30 quando la nave si trovava a circa 20 chilometri dalla costa albanese e a 55 da quella italiana. Al momento le autorità italiane stanno coordinando i soccorsi alla Norman Atlantic, in collaborazione con greci e albanesi. Sul posto sono impegnate navi, elicotteri e almeno un aereo di soccorso. Dopo lo diffusione dell’incendio la nave è diventate ingovernabile e a causa del mare e del vento si è spostata verso la costa albanese (qui si possono seguire gli spostamenti della nave in diretta).

Secondo il ministero della Marina mercantile greco, a bordo della nave c’erano 478 persone, tra cui 268 cittadini greci e 44 italiani (qui la lista completa dei passeggeri). Diversi passeggeri sono stati portati in salvo da alcuni elicotteri italiani: Rai News ha pubblicato un video girato a bordo di un elicottero dell’aeronautica militare durante i soccorsi. Il ministero della Difesa Roberta Pinotti ha scritto su Twitter che le operazioni di soccorso proseguiranno per tutta la notte.

Le operazioni di soccorso
Per tutto il giorno i mezzi di soccorso hanno faticato molto ad avvicinarsi al traghetto a causa del mare mosso. Per gran parte della mattinata nella zona c’è stata una burrasca con vento a forza nove, cioè fino a quasi 90 chilometri orari e con onde alte cinque metri. Il ministro dei Trasporti greco, Miltiadis Varvitsiotis, ha detto che quella in corso «è una delle operazioni di soccorso più difficili che abbiamo mai affrontato». Intorno alle 18 dovrebbe arrivare nei pressi della Norman Atlantic la nave militare San Giorgio che è dotata di un ponte per permettere il decollo e l’atterraggio di elicotteri e di portelloni per accogliere imbarcazioni più piccole. La San Giorgio dovrebbe semplificare notevolmente le operazioni di soccorso.

Nel corso della giornata diversi passeggeri sono riusciti a parlare in diretta sulla televisione greca. Un passeggero ha raccontato che poco dopo l’incendio i ponti di metallo della nave erano diventati «bollenti». Un altro ha detto che l’equipaggio ha provato a calare in mare alcune imbarcazioni, ma non tutti i passeggeri sono riusciti a salire a bordo. Uno dei passeggeri intervistati ha aggiunto che «l’incendio in fondo alla nave continua» e che la maggior parte delle persone che sono rimaste sul ponte indossano giubbotti di salvataggio.

La Norman Atlantic
Secondo diversi media greci, lo scorso 19 dicembre gli ispettori del porto di Patrasso, in Grecia, avrebbero riscontrato alcuni problemi nei dispositivi di sicurezza della nave. In particolare i problemi avrebbero riguardato l’illuminazione in caso di emergenza, l’efficacia dei dispositivi di chiusura delle porte stagne e i piani di evacuazione che non sarebbero stati facilmente reperibili in tutta la nave. Le autorità greche aveva dato due mesi di tempo alla compagnia per rimediare a questi problemi. La nave avrebbe dovuto compiere il suo ultimo viaggio prima delle riparazioni il 17 gennaio.

La Norman Atlantic, secondo il sito Trasporto Europa, è in servizio sulla rotta Italia-Grecia per conto della Anek Lines. È lunga 186 metri e può accogliere fino a 850 passeggeri. Secondo la televisione greca Skai TV il capitano della nave è italiano come altri 21 membri dell’equipaggio, mentre altri 34 sarebbero greci.

Mostra commenti ( )