Il volo Pan Am 120 negli anni Settanta

Un fotografo e un esperto di aviazione hanno ricreato l'interno di un aereo come quelli usati per volare da Los Angeles a Londra

Il fotografo statunitense Michael Kelley ha lavorato insieme a un noto esperto di aviazione, Anthony Toth, a un progetto piuttosto singolare che ha ricevuto molte attenzioni, soprattutto da parte degli appassionati di voli e aerei del passato (un genere a cui sia Toth che Kelley dicono di appartenere). Dopo anni di lavoro, Toth ha interamente ricreato in un magazzino l’interno di un Boeing 747-200 del tipo usato per uno dei voli Pan Am più noti e frequentati negli anni Settanta e in tutta la storia dell’azienda: il volo 120 dall’Aeroporto Internazionale di Los Angeles a quello di Londra-Heathrow. Tra gli anni Sessanta e Settanta, Pan Am è stata una delle più grandi e famose compagnie aeree internazionali al mondo: nel corso dei decenni precedenti al suo fallimento, avvenuto nel 1991, la sua popolarità nell’immaginario collettivo è cresciuta grazie a decine di storie, articoli e film, tutti incentrati o ambientati su voli Pan Am.

Tutti gli oggetti, gli arredamenti e i costumi presenti nelle foto sono stati recuperati a partire da quelli autentici dei Boeing 747 Pan Am usati per questa tratta negli anni Settanta. Persino i cibi serviti in occasione della sessione fotografica di Kelley – tra cui il caviale russo, il roast beef e il pane appena cotto – seguono il menu tipico della prima classe del volo. Sul piano superiore degli aerei usati per questo volo, i passeggeri potevano fumare, bere un drink o giocare a ping pong.

Toth è recentemente diventato molto noto soprattutto per questa iniziativa, su cui ha investito moltissimo tempo e denaro e che è stata raccontata dal New York Times e da altri media. Già da prima di questo progetto, Toth era un esperto di aviazione piuttosto noto: è stato spesso ospite in trasmissioni televisive e ha collaborato come consulente per la preparazione di alcune puntate delle serie televisive Pan Am e Mad Men. Kelley è un fotografo molto apprezzato che vive a Los Angeles: in passato ha lavorato per grandi aziende californiane come ad esempio Adobe, la società produttrice di software per computer.