• Mondo
  • mercoledì 3 Dicembre 2014

L’incidente alla centrale nucleare in Ucraina

È avvenuto a Zaporizhye, nell'impianto più grande d'Europa: ha provocato pochi danni e molto ridotti, dice il governo

Mercoledì 3 dicembre il primo ministro ucraino, Arseniy Yatsenyuk, ha detto che c’è stato un incidente a una centrale nucleare nel sud-est dell’Ucraina. L’incidente – stando alle ultime ricostruzioni – è avvenuto tre giorni fa nella centrale di Zaporizhye – città di circa 800mila abitanti sulle rive del fiume Dnepr e capitale della regione di Zaporizhye. Secondo il ministro dell’Energia ucraino, Volodymyr Demchyshyn, l’incidente ha provocato solo danni marginali e non interessa direttamente il reattore. Anche Yatsenyuk ha confermato che c’è stato un problema, ma che non ci sono rischi particolari per la sicurezza.

La centrale di Zaporizhye è la più grande centrale nucleare d’Europa e la quinta più grande del mondo: produce più di un quinto del totale dell’elettricità dell’Ucraina ed è composta da 6 reattori nucleari VVER-1000 di fabbricazione sovietica. L’agenzia Interfax ha scritto che il problema si è verificato al blocco numero 3 della centrale nucleare e che potrebbe essere risolto entro il 5 dicembre.

Questa mattina i titoli di stato ucraini hanno perso molto del loro valore: alcuni hanno ipotizzato che la causa potrebbe essere la notizia dell’incidente alla centrale nucleare, che circola già da un paio di giorni anche se fino ad oggi non era stata ancora confermata ufficialmente.