• Italia
  • giovedì 27 novembre 2014

La rapina incredibile tentata sull’A1

Chiodi sulla strada, macchine in fiamme messe di traverso sulla carreggiata, spari: la rapina è andata male e i ladri sono scappati, ci sono chilometri di coda

Alle 6:40 di giovedì mattina una banda formata da diversi uomini armati – il Corriere parla di 15 uomini – ha cercato di rapinare un furgone portavalori della ditta Battistolli sull’Autostrada A1, all’altezza di Pieve Fissiraga, in provincia di Lodi. La tentata rapina – piuttosto incredibile, nella sua progettazione – è andata male, ma sta provocando degli enormi disagi su quel tratto di autostrada, con diversi chilometri di coda in entrambe le direzioni di marcia su uno dei tratti più trafficati d’Italia.

Gli uomini armati hanno sparso prima dei chiodi sulla carreggiata e poi hanno dato fuoco a un camion, mettendolo di traverso sulla carreggiata nord (verso Milano) in modo da bloccare la marcia del furgone portavalori. Sono stati bruciati anche due furgoncini e una macchina sulla carreggiata opposta (in direzione Piacenza), a circa sette chilometri di distanza e all’altezza del casello autostradale di Lodi. A rimanere bloccate sui chiodi sono stati però solo le due auto dei carabinieri che stavano facendo la scorta, mentre il furgone è riuscito a proseguire e poi a tornare in una base della società Battistolli a Milano.

 

 

Repubblica scrive che in realtà i rapinatori avevano organizzato un primo blocco stradale nella zona nord di Graffignana, sempre in provincia di Lodi: la strada era stata bloccata con un furgone e due macchine a cui era stato dato fuoco. Il furgone portavalori aveva evitato però il blocco – pare senza dare alcun allarme – ed era entrato in autostrada, come inizialmente previsto. Sembra che ci sia stata anche una sparatoria ma non si è fatto male nessuno. Il Cittadino, quotidiano locale di Lodi, ha scritto che gli uomini armati hanno usato “armi pesanti”. Secondo il Corriere, i rapinatori sono scappati “tagliando il guard rail all’altezza di Graffignana, hanno imboccato la provinciale Graffignana-Borghetto e hanno abbandonato le auto poco prima di Borghetto Lodigiano. Successivamente hanno fermato una donna in auto, l’hanno costretta a scendere e le hanno rapinato il mezzo”. Molte di queste notizie non sono state ancora confermate dalla polizia ma sono frutto dei racconti di testimoni ai giornalisti, quindi vanno prese con le molle.

L’Autostrada A1 è ora bloccata tra Lodi e Piacenza nord, dove la polizia sta facendo accertamenti. Sul luogo della tentata rapina sono arrivati anche i pompieri, che sono riusciti a spegnere gli incendi piuttosto rapidamente. Per quanto riguarda il traffico, sul sito della società Autostrade l’ultimo aggiornamento è delle 12.17:

Sulla A1 Milano-Napoli, per il tentativo di rapina ad un furgone portavalori all’altezza del km 35, è stata disposta la chiusura del tratto tra bivio A1/iniziodiramazione Fiorenzuola e complanare Piacenza verso Milano. All’interno del tratto chiuso il traffico è bloccato con code. Per chi è diretto a Milano ci sono code di 3 km tra Fiorenzuola e l’uscita obbligatoria di Piacenza sud. In alternativa chi si trova nella zona di Bologna può utilizzare la A22 del Brennero e poi la A4 verso Milano. Chi si trova in prossimità di Piacenza deve seguire le indicazioni per la A21 e poi seguire le indicazioni per Torino ed all’altezza di Tortona utilizzare la A7 verso Milano e poi la Tangenziale ovest.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.