• Cultura
  • domenica 16 novembre 2014

Spazi abbandonati

Case, chiese, scuole, ospedali: sono i soggetti di un libro fotografico di Johnny Joo, che ha fotografato decine di posti abbandonati negli Stati Uniti

Johnny Joo è un fotografo statunitense di 24 anni che alcuni anni fa ha iniziato a scattare fotografie di luoghi abbandonati e in rovina negli Stati Uniti: le foto raccolte – prevalentemente di interni – sono state messe insieme in un libro dal titolo “Empty Spaces”, pubblicato da poco. Ci sono foto di giostre, scuole, alberghi, chiese, auditorium, tutti abbandonati e, in genere, messi piuttosto male. Diverse foto sono state scattate in strutture sanitarie e ospedali abbandonati nei paesi dell’est degli Stati Uniti, soprattutto a Cleveland, in Ohio, e Joo ha detto che si tratta dei suoi soggetti preferiti.

Nel libro ci sono, per esempio, foto dell’ospedale di Brownsville in Pennsylvania, che negli anni Sessanta fu trasformato in un ospizio e poi definitivamente chiuso nel 1985. «Ricordo di averlo fotografato in mesi invernali freddissimi, mentre il pavimento era ghiacciato e riuscivo a malapena a sentirmi le mani», ha detto Joo, che ha anche spiegato di aver dovuto fare attenzione ai posti pericolosi in cui a volte si è andato a cacciare per scattare queste fotografie.

Le altre fotografie di Johnny Joo si possono guardare sul suo sito e sulla sua pagina Facebook.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.