• Mondo
  • martedì 4 Novembre 2014

Una festa di Halloween a Damasco

Associated Press ha diffuso alcune fotografie scattate in Siria molto diverse da quelle che siamo abituati a vedere: sono un pezzo della storia

Lo scorso 30 ottobre la fotografa libanese di Associated Press Diaa Hadid ha realizzato alcune fotografie all’interno di un hotel di Damasco, in Siria, in cui si stava tenendo una festa per Halloween. Scattate in tantissime altre parti del mondo, queste fotografie sarebbero inutili: scattate in Siria, invece, mostrano una situazione inusuale rispetto a quelle che siamo abituati a vedere da oltre tre anni, tra la guerra civile che ha fatto oltre 200.000 morti e la preoccupante situazione a Kobane, nel nord del paese, con le operazioni militari contro l’organizzazione terroristica sunnita conosciuta come Stato Islamico (IS).

La festa di Halloween si è tenuta in un albergo nel centro di Damasco, accanto a bar affollati e un nuovo centro commerciale: dall’albergo, racconta la fotografa, si poteva osservare tutto lo skyline della città, accanto alle colonne di fumo che si alzavano dai luoghi in cui in quel momento si stava bombardando. «Vogliamo cambiare la nostra noiosa routine», ha detto Naja, una ragazza che partecipava alla festa: «ogni giorno viviamo uno spettacolo dell’orrore. Ma qui, adesso, è come essere in una commedia». La situazione relativamente più tranquilla degli ultimi mesi a Damasco è considerata uno dei molti segnali di salute del regime di Assad.