• Mondo
  • sabato 1 Novembre 2014

Lo schianto dello spazioplano Virgin

Un pilota è morto e un altro è rimasto ferito quando l'aereo progettato per arrivare nello spazio è esploso sopra il deserto del Mojave, in California

Un pilota è morto e un altro è rimasto ferito nell’esplosione di SpaceShipTwo, un aereo a razzo progettato per trasportare turisti nello spazio. Lo “spazioplano”, come viene chiamato SpaceShipTwo, è precipitato venerdì 31 ottobre nel deserto del Mojave, in California, durante un volo di prova. Uno dei due piloti è riuscito a paracadutarsi fuori (non è ancora chiaro quanto siano gravi le ferite che ha subìto). Lo spazioplano era di proprietà di Virgin Galactic, la società dell’imprenditore britannico Richard Branson che si occupa di turismo nello spazio. Era stato progettato da Scaled Composites, un’azienda americana che si occupa di tecnologie aerospaziali.

SpaceShipTwo era stato trasportato a circa quindici chilometri di altezza da un altro aereo, WhiteKnightTwo. Durante un volo normale, i motori a razzo di SpaceShipTwo avrebbero portato lo spazioplano a circa 100 chilometri di altezza, all’incirca dove si trova il confine tra atmosfera e spazio. Secondo i piani, lo spazioplano avrebbe dovuto volare per alcuni minuti in questa zona, facendo sperimentare ai suoi due piloti e sei passeggeri l’assenza di peso, prima di ritornare a terra.

Durante il volo di venerdì (un volo di prova senza passeggeri che prevedeva di raggiungere un’altezza massima di circa 20 chilometri), SpaceShipTwo è riuscito a volare soltanto per 60-90 secondo dopo il distacco da WhiteKnightTwo, come ha raccontato il New York Times. A quel punto, secondo i tecnici, si è verificata «un’anomalia critica» e l’aereo è esploso. Il National Transportation Safety Board, un’agenzia del governo americano che si occupa della sicurezza aerea, ha annunciato di avere aperto un’indagine sull’incidente. Il proprietario di Virgin, Richard Branson, ha raggiunto venerdì il luogo dell’incidente. Dopo aver fatto le condoglianze alla famiglia della persona che è rimasta uccisa, ha detto che il progetto continuerà.

Secondo i piani, il primo volo turistico nello spazio con SpaceShipTwo sarebbe dovuto avvenire entro la fine del 2014, una possibilità che in molti consideravano troppo ottimistica. Circa 800 persone hanno già prenotato un volo a bordo dello spazioplano, dando un anticipo di circa 200 mila dollari per il biglietto (il costo ultimamente è salito a 250 mila): c’è anche qualche personaggio famoso, tra cui l’attore Leonardo DiCaprio e il cantante Justin Bieber. L’incidente causerà probabilmente ulteriori rallentamenti al programma e alla vendita dei biglietti.