L’editoriale del Wall Street Journal contro i sindacati italiani

Il quotidiano statunitense Wall Street Journal, che storicamente divide i suoi contenuti tra una seria e affidabile informazione giornalistica anglosassone e le pagine “op-ed” di editoriali e commenti spesso molto “opinionate” e aggressive, ha pubblicato domenica sera un editoriale molto severo con chi si oppone alle riforme nel campo del lavoro proposte dal Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi (riforme giudicate peraltro “modeste”), editoriale in cui definisce queste opposizioni – manifestatesi in particolare nella manifestazione dei sindacati di sabato a Roma – “Il movimento per il suicidio economico dell’Italia”. Commentando le parole della leader della CGIL Susanna Camusso, che ha accusato il governo di approcci “visti finora solo con Margaret Thatcher”, il Wall Street Journal conclude che per l’Italia oggi “sarebbe una fortuna avere una Lady di Ferro”.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.