• postit
  • giovedì 9 Ottobre 2014

Gli iscritti al PD sono gli stessi del 2013 finora, ha annunciato il PD

Lorenzo Guerini chiude la polemica sul presunto crollo delle tessere nel Partito democratico. I dati ufficiali forniti dal vicesegretario dem stamattina, al termine della riunione della segreteria, rivelano che gli iscritti alla data del 30 settembre sono 239.322. Un numero che, spiega Guerini, «è positivo» e che oltre a smentire «le notizie fatte circolare anche in maniera avventata» nei giorni scorsi, consentono di «guardare con fiducia al traguardo di 300mila iscritti che ci eravamo prefissati».
Ma c’è di più. Perché se confrontiamo i dati forniti oggi da Guerini con quanto dichiarato un anno fa dall’allora responsabile organizzazione della segreteria Epifani, Davide Zoggia, si scopre che, prima che la fase congressuale entrasse nella fase più calda, il numero degli iscritti era all’incirca pari a quello di quest’anno. Lo si evince da un comunicato ufficiale del Pd del 20 settembre 2013, nel quale si spiega che «l’andamento del tesseramento 2013 è in linea con gli altri anni non congressuali. La percentuale dei tesserati 2013 è pari al 50 per cento degli iscritti nel 2012». Che erano, come si evince dal bilancio sociale pubblicato sul sito del Pd, 500mila.

(continua a leggere su Europa)

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.