• Italia
  • sabato 6 settembre 2014

L’alluvione nel Gargano

Le piogge molto violente della notte scorsa hanno provocato danni a Peschici e Vieste: una persona è morta e un'altra è ancora dispersa

Nella notte tra venerdì 5 e sabato 6 settembre, nella provincia di Foggia, in Puglia, si sono intensificate le forti piogge che hanno provocato diversi danni nei giorni scorsi. Nei pressi del lago di Varano è stato ritrovato il cadavere di una persona dispersa da mercoledì, hanno detto le autorità, mentre un’altra persona risulta ancora dispersa a Peschici: le piogge hanno colpito soprattutto l’aera tra Peschici e Vieste, e hanno costretto anche l’evacuazione di campeggi e masserie. Da questa mattina proseguono i soccorsi, e i vigili del fuoco stanno valutando la possibilità di intervenire con gli elicotteri per recuperare le persone che potrebbero essere rimaste isolate a causa delle piogge.

Ritrovato dagli uomini della Protezione Civile il corpo di Antonio Facenna, il giovane di 24 anni scomparso da circa tre giorni. Il ragazzo, di Vico del Gargano, si stava recando nella masseria di famiglia, nelle campagne di Carpino quando l’automobile sulla quale viaggiava è stata travolta dalla violenza dell’acqua e dal fango. L’automobile è stata trovata lungo il canale Puntone alla foce del Lago di Varano. Proprio sotto l’automobile, gli uomini della Protezione Civile hanno trovato il cadavere del ragazzo.

Intanto la Prefettura di Foggia smentisce la notizia del ritrovamento in località Marina di Peschici del cadavere dell’uomo di cui non si avevano notizie da diverse ore, diffusa dai suoi uffici intorno alle ore 13. L’allarme sulla scomparsa era scattato nelle prime ore della mattinata di oggi in una Peschici alle prese con l’emergenza danni da maltempo. La Prefettura smentisce anche che si stiano cercando due bambini stranieri di 7 e 11 anni, notizia che si era diffusa nelle ultime ore. La Capitaneria di Porto fa sapere invece di aver tratto in salvo due turisti danesi di 55 anni, ospiti del camping Degli Ulivi. Si trovavano a bordo del proprio caravan, quando il mezzo è stato travolto dalla piena. Pare che la coppia stesse per affondare quando è arrivata la motovedetta della Capitaneria. La donna è in buone condizioni, mentre l’uomo ha riportato soltanto una ferita al ginocchio. Non sono ancora state confermate, invece, le voci circa la scomparsa dei sei occupanti di un camper.

(continua a leggere sul sito del Corriere)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.