• Mondo
  • martedì 8 Luglio 2014

Il video di Greenpeace contro Lego

Per protestare contro l'accordo commerciale tra la famosa azienda di giocattoli e la compagnia petrolifera Shell

Greenpeace, organizzazione non governativa ambientalista, ha diffuso sul suo canale YouTube un video per chiedere a Lego, la famosa azienda che produce giocattoli, di interrompere il proprio accordo commerciale con la compagnia petrolifera Shell. La relazione commerciale tra Lego e Shell va avanti dagli anni Sessanta, e negli anni Novanta vennero anche prodotti alcuni giocattoli con il logo della compagnia petrolifera, prima che Lego iniziasse a usare il nome di una compagnia fittizia di nome “Octan”. Ultimamente Lego ha prodotto 16 milioni di giocattoli con il marchio Ferrari che sono stati distribuiti in tutto il mondo attraverso le stazioni di benzina Shell. La richiesta si deve al fatto che Greenpeace sta conducendo una campagna contro le trivellazioni di Shell nella regione polare, specialmente in Alaska. Ian Duff, coordinatore della campagna di Greenpeace per la salvaguardia della regione artica, sostiene che Shell stia sfruttando il marchio Lego per la propria immagine, nascondendo il ruolo determinante che la compagnia sta avendo nel mettere a rischio l’ecosistema marino.

Il video si chiama “Everything is NOT awesome”, riprendendo il titolo – “Everything is awesome” – della colonna sonora del film “The Lego Movie”.