Il “calo pauroso” delle vaccinazioni

«Assistiamo a un calo pauroso della copertura vaccinale, con picchi anche del 25% per morbillo e rosolia»

A causa delle numerose campagne contro i vaccini, negli ultimi mesi la Società Italiana d’Igiene ha registrato una notevole riduzione delle vaccinazioni, soprattutto per malattie come la rosolia e il morbillo, che può essere particolarmente pericolosa nei bambini a rischio. Lo ha spiegato il presidente dell’organizzazione sanitaria, Michele Conversano:

Assistiamo a un calo pauroso della copertura vaccinale, con picchi anche del 25% per morbillo e rosolia. Sono danni reali che preoccupano, perché quello che ci protegge dalle patologie è avere un alto tasso di copertura.

Le campagne contro i vaccini fanno soprattutto leva sui timori legati al presunto legame tra vaccinazioni e sviluppo di particolari malattie come l’autismo, mai dimostrato e nato in seguito a una delle più grandi frodi scientifiche degli ultimi cento anni.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.