• Sport
  • lunedì 23 Giugno 2014

Chi trasmette i Mondiali in Europa?

In Italia solo Sky mostra tutto, a pagamento: ma quali sono le emittenti pubbliche e private che hanno acquisito i diritti nei 28 paesi dell'Unione Europea?

Il Mondiale di calcio in Brasile è cominciato giovedì 12 giugno e si concluderà domenica 13 luglio, giorno della finale, allo stadio Maracanã di Rio de Janeiro, per un totale di 64 partite trasmesse – tutte quante o solo alcune – dalle emittenti pubbliche e/o private di numerosi paesi del mondo che hanno comprato i diritti direttamente dalla FIFA o da gruppi che li hanno comprati dalla FIFA. In Italia le licenze sono state acquisite dall’emittente privata Sky – che è l’unica a trasmettere tutte le partite – e dalla RAI, che trasmette soltanto 25 partite su 64, una al giorno.

Negli altri paesi dell’Unione Europea le emittenti hanno acquisito i diritti o direttamente dagli intermediari unici della FIFA, la società svizzera Infront, o tramite organizzazioni che li hanno acquisiti dalla FIFA e ridistribuiti a loro volta tra varie emittenti nazionali: è il caso di European Broadcasting Union (EBU), un gruppo internazionale che comprende 72 emittenti di 56 paesi diversi. Tra le cose notevoli e bizzarre, invece, c’è il caso di Etihad Airways, la compagnia aerea degli Emirati Arabi Uniti, che ha acquisito i diritti per trasmettere tutte le partite in volo.

In Austria le partite sono trasmesse, sia in radio che in televisione, dall’emittente nazionale ORF (Österreichischer Rundfunk), che le ha comprate dal gruppo internazionale EBU. ORF le ha cedute a sua volta anche al gruppo Krone Multimedia.

In Belgio le partite sono trasmesse tutte e 64 da RTBF (Radio Télévision Belge de la Communauté Française), l’emittente pubblica nazionale radiotelevisiva di lingua francese, e da VRT (Vlaamse Radio en Televisiemroep), l’altra emittente nazionale ma di lingua olandese, per la comunità fiamminga del nord. Entrambe hanno acquisito i diritti da EBU, e RTBF li ha ceduti a sua volta ad altre due emittenti radiofoniche, VivaCité Radio e La Premiére.

In Bulgaria le partite le trasmette l’emittente pubblica nazionale BNT (Balgarska Nationala Televizija): ha acquisito i diritti dal gruppo EBU e li ha ceduti a sua volta anche al network privato di telecomunicazioni Mobiltel EAD.

A Cipro tutte le partite sono trasmesse dall’emittente nazionale CyBC (Cyprus Broadcasting Corporation), che le ha acquisite tramite EBU.

In Croazia tutte le partite sono trasmesse dall’ente pubblico nazionale HRT (Hrvatska Radiotelevizija), sia in tv che in radio, e anche in questo caso i diritti sono stati acquisiti dalla FIFA tramite EBU.

In Svezia, Finlandia, Danimarca – e anche Norvegia, Groenlandia e Isole Faroe – le partite sono trasmesse (a pagamento) dall’emittente svedese SVT (Sveriges Television AB), che è un’emittente pubblica in parte amministrata da un gruppo privato.

In Estonia le partite sono trasmesse dall’emittente nazionale ERR (Eesti Rahvusringhääling), nata nel 2007 dalla fusione della radio e della tv pubbliche Eesti Raadio e Eesti Televisioon.

In Francia l’emittente privato TF1, che ha acquisito le licenze direttamente dalla FIFA, trasmette gratuitamente e in esclusiva 28 partite su 64 tra cui tutte quelle della Francia nella fase a gironi. E il canale a pagamento beIN Sports ha comprato a sua volta i diritti da TF1 per trasmettere altre partite non trasmesse gratuitamente da TF1. TF1 trasmette la stessa programmazione anche nel principato di Monaco e in quello di Andorra.

In Germania le partite sono trasmesse tutte dalle due reti televisive pubbliche nazionali, ZDF e ARD, e in radio da numerose stazioni che hanno acquisito i diritti direttamente dalla FIFA (BCS, Radio Hamburg, Radio NRW e altre).

In Grecia le partite sono trasmesse dalla tv a pagamento Nova Sports e anche da Nerit (Nea Elliniki Radiofonia, Internet, Tileorasi), l’emittente radiotelevisivo di Stato sorta in seguito allo smantellamento di ERT (Elliniki Radiophonia Tileorassi), chiusa dal governo l’anno scorso secondo una decisione che suscitò numerose manifestazioni di protesta.

In Irlanda tutte le partite sono trasmesse in streaming e in tv da RTÉ (Raidió Teilifís Éireann), emittente nazionale in parte pubblica e in parte privata, che ha acquisito i diritti tramite EBU.

In Lettonia l’emittente nazionale LT (Latvijas Televizija) – azienda finanziata con fondi pubblici al 60 per cento e per il resto tramite pubblicità – trasmette le partite del Mondiale gratuitamente. Anche LT ha acquisito i diritti tramite EBU, di cui è membro.

In Lituania le partite sono trasmesse da LRT (Lietuvos Radijas Ir Televizija), l’emittente radiotelevisiva pubblica nazionale, che ha anche un canale satellitare.

A Malta le partite del Mondiale sono trasmesse dall’emittente pubblica PBS (Public Broadcasting Services Limited) tramite i canali TVM.

Nei Paesi Bassi a trasmettere le partite è NOS (Nederlandse Omroep Stichting), azienda di stato che gestisce la radiotelevisione nazionale.

In Polonia tutte le partite sono trasmesse da TVP (Telewizja Polska), l’emittente pubblica nazionale.

In Portogallo le partite sono trasmesse da RTP (Radio e Televisao de Portugal) – l’emittente pubblica nazionale –, dalla tv via cavo cmTV (del gruppo Cofina, lo stesso che pubblica il principale quotidiano, Correio da Manhã) e dalla tv satellitare a pagamento Sport TV.

In tutto il Regno Unito le partite del Mondiale sono trasmesse da BBC e ITV, azienda privata, ed entrambe contano su un gruppo notevole di telecronisti e commentatori, composto in parte da ex calciatori.

In Spagna alcune partite sono trasmesse dal gruppo Mediaset España, il più grande network televisivo privato spagnolo, e tutte sono trasmesse dalla tv a pagamento Gol Televisión, un canale digitale principalmente dedicato al calcio.

In Ungheria le partite sono trasmesse gratuitamente dall’emittente pubblica nazionale MTV (Magyar Televízió), che gestisce i tre canali principali M1, M2 e M3.

Nella Repubblica Ceca le partite sono trasmesse da ČT (Česká televize), l’emittente pubblica nazionale, che gestisce sei diversi canali televisivi. E così anche in Romania, dove le partite sono trasmesse dalla tv pubblica TVR (Televiziunea Română), e in Slovacchia, dove la tv di Stato è RTV (Rozhlas a televízia Slovenska). Anche in Slovenia le partite sono trasmesse dalla tv di Stato, Radiotelevizija Slovenija (RTVSLO).

Foto: Oli Scarff/Getty Images