• Cultura
  • mercoledì 18 Giugno 2014

C’è un Picasso sotto un Picasso

Un museo di Washington DC ha pubblicato le immagini di un altro quadro del grande pittore spagnolo, dipinto sotto la "stanza blu"

Martedì 17 giugno la Phillips Collection – un famoso museo d’arte di Washigton DC – ha fatto sapere di aver scoperto un dipinto del grande pittore spagnolo Pablo Picasso sotto la superficie di un altro suo dipinto molto noto, la Chambre bleue (“La stanza blu”, in italiano)Il dipinto scoperto sotto la Chambre bleue è il ritratto a mezzobusto di un uomo con la testa appoggiata alla sua mano destra. È stato comprensibilmente dipinto prima della Chambre, che risale al 1901; all’epoca Picasso aveva 20 anni e lavorava in uno studio a Parigi, nel quartiere di Montmartre. Ai tempi, ha raccontato una curatrice della Phillips ad Associated Press, Picasso era spesso costretto a realizzare un dipinto sopra a un altro poiché non poteva permettersi di comprare nuove tele.

Il dipinto fa parte della Phillips Collection dal 1927. Già nel 1954 un collaboratore del fondatore del museo Duncan Phillips aveva segnalato che sotto la superficie potesse esserci un secondo dipinto. Negli anni Novanta la Phillips prestò il dipinto alla National Gallery of Art di Washington DC, la quale lo esaminò con alcuni macchinari a infrarossi: fu confermato che sotto alla Chambre c’era un altro dipinto, ma solo nel 2008 la Phillips riuscì a ricavarne un’immagine nitida.

Patricia Favero, una sovrintendente della Phillips Collection, ha detto che «abbiamo a disposizione la tecnologia a raggi infrarossi già dagli anni Cinquanta – o anche prima – e negli anni Novanta si sono iniziati a raggiungere dei buoni risultati: ma è solo negli ultimi dieci anni o poco più che la tecnologia è migliorata moltissimo». Favero ha spiegato che la Phillips ha contattato fin dal 2008 diversi esperti delle opere di Picasso, per accertarsi che il dipinto sotto la Chambre sia stato davvero dipinto da lui: al termine delle ricerche, la Phillips ha detto di credere che il dipinto sia stato effettivamente realizzato da Picasso.

Favero ha detto che il quadro dipinto per primo «è stato realizzato in uno stile completamente differente [dalla Chambre] e ci dà nuovi spunti riguardo l’evoluzione artistica di Picasso nel corso degli anni». Fra il 1901 e il 1904 Picasso produsse una serie di dipinti dalle tonalità blu e blu scuro: più tardi questa fase della sua carriera fu soprannominata “Periodo blu”.

Non è la prima volta che una scoperta del genere riguarda i lavori di Picasso. Anni fa fu scoperto un secondo dipinto sotto La repasseuse (“Donna che stira”, in italiano) un dipinto di Picasso del 1907 conservato al Museo Guggenheim di New York (lo si può vedere bene qui, in una pagina con grafica interattiva del Museo). Non è ancora chiaro, invece, chi sia l’uomo ritratto da Picasso nel dipinto scoperto di recente, poiché fu realizzato prima che Picasso cominciasse a conservare informazioni riguardo i soggetti dei suoi dipinti.