• Sport
  • sabato 31 Maggio 2014

Il primo trofeo della nazionale di calcio palestinese

Ha vinto l'AFC Challenge Cup battendo in finale la nazionale delle Filippine, 1-0, e l'anno prossimo giocherà la Coppa d'Asia

Venerdì 30 maggio la nazionale di calcio della Palestina – che è riconosciuta dalla FIFA soltanto dal 1998 ma che fa capo a una Federazione nata nel 1928 – ha vinto il primo trofeo internazionale della sua storia, e cioè la quinta edizione dell’AFC Challenge Cup battendo 1-0 le Filippine. La partita di venerdì era anche la prima finale raggiunta dalla nazionale palestinese. L’AFC Challenge Cup è un torneo organizzato dalla Confederazione Asiatica del Calcio, dedicato alle squadre nazionali emergenti, e quest’anno si è svolto interamente alle Maldive: vincendolo, la Palestina ha anche automaticamente ottenuto la qualificazione alla Coppa d’Asia del 2015, che si disputerà in Australia. Il gol decisivo è stato segnato nel secondo tempo da Ashraf Al Fawaghra, su calcio di punizione.

«Congratulazioni alla nostra gente, la Palestina è orgogliosa di questo storico risultato», ha detto il presidente della Federcalcio palestinese, Jibril Al-Rajoub, che ha visto la partita da Ramallah, in Cisgiordania, insieme a centinaia di tifosi. A Gaza migliaia di persone hanno visto la partita su alcuni maxi-schermi installati in spiaggia.

In Palestina in molti sostengono che per ragioni di sicurezza Israele finisca per limitare anche la circolazione dei calciatori e degli atleti palestinesi, di fatto impedendo loro di andare e venire da Gaza e dalla Cisgiordania, e rendendo molto complicato per i giocatori della nazionale trovare il modo di allenarsi tutti insieme. Per questo motivo la FIFA ha già ricevuto diverse lamentele da parte della Federazione calcistica palestinese. Nel corso di una visita in Israele e nei territori palestinesi, la settimana scorsa, il presidente della FIFA Sepp Blatter ha però detto di non avere riscontrato ragioni valide per sanzionare Israele, e che la FIFA ne discuterà nei prossimi mesi.