• Mondo
  • lunedì 26 Maggio 2014

Gli scontri all’aeroporto di Donetsk

Sono iniziati quando un gruppo di miliziani filo-russi ha cercato di prenderne il controllo, l'esercito ucraino ha risposto al fuoco, si parla di un morto

Da lunedì mattina sono in corso scontri tra miliziani filo-russi e soldati dell’esercito ucraino intorno all’aeroporto di Donetsk, città nel sud est dell’Ucraina. Gli scontri sono iniziati questa mattina intorno alle 3, dopo che un gruppo di uomini armati filo-russi è entrato nell’aeroporto e ha intimato ai soldati di guardia di abbandonare le loro postazioni.

Come ha riportato il Kyiv Post, intorno alle 10 del mattino altri 50 filo-russi sono arrivati all’aeroporto e poche ore dopo è iniziato uno scontro a fuoco tra miliziani e soldati dell’esercito. In risposta all’occupazione dell’aeroporto e nel tentativo di ottenerne nuovamente il controllo, l’esercito ucraino ha anche attaccato dall’alto gli uomini armati filo-russi: alcuni elicotteri militari hanno sorvolato l’area dell’aeroporto sparando contro le postazioni dei miliziani e distruggendo anche alcuni pezzi di artiglieria leggera.

Screen Shot 2014-05-26 at 17.01.49

I giornalisti presenti in città non si sono potuti avvicinare all’aeroporto e hanno descritto gli scontri raccontandoli da una certa distanza. Alcuni hanno twittato delle foto dell’aeroporto e dei velivoli che lo hanno sorvolato.


Gli scontri nel corso del pomeriggio si sono spostati anche in altre zone di Donetsk: i miliziani filo-russi hanno cercato di prendere il controllo anche della stazione ferroviaria. I civili presenti all’interno della stazione sono stati fatti evacuare in tempo e molti negozi della città hanno chiuso, anche se non sembra che gli scontri abbiano raggiunto il centro della città. Christopher Miller, un giornalista del Kyiv Post, ha detto che durante gli scontri nei pressi della stazione è morta una persona: si tratterebbe di un ragazzo che non aveva preso parte direttamente agli scontri e che sarebbe stato ucciso da un proiettile vagante.