• Mondo
  • domenica 25 Maggio 2014

Chi ha vinto le presidenziali in Lituania e Colombia

In Colombia si andrà al secondo turno, in Lituania ha vinto la candidata favorita, Dalia Grybauskaitė, soprannominata la "magnolia d'acciaio"

Aggiornamento lunedì 26 maggio, ore 8:00 – In Colombia il candidato del Centro Democratico, Oscar Ivan Zuluaga, ha ottenuto il 29 per cento dei voti, seguito dall’attuale presidente di centro-destra, Juan Manuel Santos, che ha ottenuto poco più del 25 per cento: andranno al secondo turno di elezioni, domenica 15 giugno, per eleggere il nuovo presidente.
In Lituania il nuovo presidente sarà Dalia Grybauskaitė, che ha vinto al secondo turno ottenendo il 58 per cento dei voti, contro il 42 per cento ottenuto dal candidato avversario, Oscar Ivan Zuluaga.

–––

Domenica 25 maggio si vota in per le elezioni presidenziali anche in Lituania e Colombia (oltre che in Ucraina e in tutta Europa per eleggere il Parlamento Europeo).

In Colombia il candidato dato per molto tempo come favorito è l’attuale presidente di centro-destra Juan Manuel Santos, eletto per la prima volta nel giugno 2010 e conosciuto soprattutto per avere iniziato i negoziati con i ribelli delle FARC, il movimento marxista che controlla parte del paese e che da anni combatte il governo centrale. Il suo principale avversario è Oscar Ivan Zuluaga, candidato del Centro Democratico, partito fondato Álvaro Uribe Velez, ex presidente colombiano. Secondo gli ultimi sondaggi Zuluaga ha recuperato molto del distacco che lo separava da Santos e ora i due sono dati quasi alla pari. Se nessun candidato arriverà al 50 per cento più uno dei voti ci sarà un secondo turno tra i due candidati che hanno ottenuto più voti che si terrà il 15 giugno.

In Lituania, invece, si vota per il secondo turno delle elezioni presidenziali. Al primo turno il presidente uscente Dalia Grybauskaitė (soprannominata “magnolia d’acciaio”) ha ottenuto il 46 per cento dei voti. Come nelle elezioni del 2009, Grybauskaitė si è candidata da indipendente, anche se è appoggiata dal partito conservatore. Tra le sue figure politiche di riferimento ha indicato Margaret Thatcher. Al ballottaggio si scontrerà con Zigmantas Balčytis, 60 anni, del Partito Socialdemocratico. Balčytis è stato per breve tempo incaricato come primo ministro del paese nel 2006, ma non è riuscì ad ottenere una maggioranza parlamentare. Balčytis è passato al secondo turno delle elezioni con circa il 13 per cento dei voti. Secondo i sondaggi, le elezioni di domenica dovrebbero portare alla riconferma di Grybauskaitė alla presidenza.