• Mondo
  • mercoledì 14 Maggio 2014

Il controverso spot danese per le elezioni europee

È stato pubblicato su YouTube, criticato e rimosso il giorno dopo: mostra il supereroe "Voteman" spingere i danesi a votare, a modo suo

Lunedì 12 maggio il Parlamento della Danimarca ha diffuso su YouTube uno spot per incentivare i danesi ad andare a votare alle elezioni Europee del prossimo 25 maggio. Il video è molto particolare: è un cartone animato in cui il personaggio “Voteman” – l’uomo che vota – è protagonista di alcune scene di sesso e di violenza. Nel video Voteman lascia la compagnia di diverse donne durante un atto sessuale e va verso alcuni seggi elettorali cavalcando dei delfini: decapita un uomo e tira dei pugni un altro paio di persone fino a farle volare dentro la cabina elettorale. La rabbia di Voteman è alimentata dal suo proprio fallimento, derivante dal fatto di non essere riuscito alle precedenti elezioni a condizionare le politiche sul clima, sui sussidi all’agricoltura e sulla quantità di cannella consentita nella sue ciambelle. Il tono della cosa ricorda un po’ il finto trailer di Machete girato da Quentin Tarantino e Robert Rodriguez per il film Grindhouse.

Il video è stato cancellato dall’account di YouTube dopo meno di 24 ore dalla sua pubblicazione, dopo molte proteste e contestazioni. Mogens Lykketoft, presidente del Parlamento danese, ha detto: «Molte persone di cui rispetto profondamente l’opinione hanno percepito il cartone come più serio e offensivo di quanto si intendesse. Prendo atto che in futuro la nostra istituzione dovrà mostrare molta più cautela». Alle elezioni parlamentari europee del 2009 l’affluenza dei danesi era stata quasi del 60 per cento, una percentuale molto superiore della media europea, che si era fermata al 43 per cento.