11 romanzi di Gabriel García Márquez

Come cominciano i suoi libri più famosi, per chi non li ha mai letti (e anche per chi sì, e più di una volta)

Gabriel Garcia Marquez, uno dei più noti e amati scrittori al mondo, è morto giovedì 17 aprile a Città del Messico, a 87 anni. Nel 1982 aveva vinto il Nobel per la Letteratura, aveva scritto tredici raccolte di racconti e undici grandi romanzi. Il primo, Foglie morte, fu pubblicato nel 1955; l’ultimo è stato Memorie delle mie puttane tristi, nel 2004, quello più famoso, Cent’anni di solitudine, uscì nel 1967. Una delle caratteristiche che rende memorabili i suoi libri è l’estrema efficacia degli attacchi: chi ha letto Cent’anni di solitudine ricorda certamente il formidabile incipit, con il ghiaccio e le «cose prive di nome». Per chi li conosce bene e vuole rileggerli, e per chi non li ha letti ma ci si vuole avvicinare, abbiamo raccolto le prime pagine dei suoi undici grandi romanzi.