• Sport
  • lunedì 7 aprile 2014

Tutte le maglie dei Mondiali di calcio

Le maglie da casa sono piuttosto riconoscibili, fra quelle da trasferta ci sono sorprese e scelte non banali: e una squadra ha deciso di farne tre diverse

Il 12 giugno inizieranno in Brasile i Mondiali di calcio, a cui parteciperanno 32 squadre nazionali. In questi mesi, quasi tutte le squadre hanno presentato ufficialmente le maglie che saranno indossate dai propri giocatori durante il torneo (è uso comune adottarne di nuove in vista di una competizione importante, come gli Europei o appunto i Mondiali). Tre grandi marche di abbigliamento sportivo – Nike, Adidas e Puma – si dividono 27 nazionali su 32 (rispettivamente da dieci, nove e otto squadre ciascuna). Le altre cinque aziende coinvolte sono Joma (Honduras), Uhlsport (Iran), Marathon (Ecuador), Lotto (Costa Rica) e Burrda, un marchio qatariota, che fa le maglie del Belgio. Il Belgio, inoltre, è l’unica nazionale che ha a disposizione tre maglie: la prima maglia è rossa, la seconda nera e la terza gialla, come i tre colori della bandiera nazionale.

L’ultima maglia a essere annunciata, in ordine di tempo, è stata quella della Bosnia, poiché la sua federazione ha raggiunto un accordo con Adidas solo pochi giorni fa, alla fine di marzo: presenterà ufficialmente la propria maglia l’1 giugno, ma ne sono già circolate online delle fotografie considerate affidabili. Praticamente tutte le squadre hanno mantenuto una certa riconoscibilità riguardo i colori e le fantasie per la prima maglia, mentre si sono prese qualche libertà per quelle da trasferta (quella del Giappone, per esempio, è di colore verde evidenziatore).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.