• Cultura
  • Questo articolo ha più di otto anni

Il francobollo commemorativo per Harvey Milk

Per ricordare il primo funzionario politico apertamente gay della storia degli Stati Uniti, la cui storia è stata raccontata dal film premio Oscar "Milk"

Lo United States Postal Service, l’agenzia del governo statunitense responsabile del servizio di posta nel paese, ha diffuso il disegno di un francobollo dedicato a Harvey Milk, importante attivista per i diritti dei gay la cui storia è stata raccontata anche dal film vincitore di due premi Oscar Milk (2008), interpretato da Sean Penn e diretto da Gus Van Sant. Harvey Milk è molto noto per essere stato il primo funzionario apertamente gay a ricoprire una carica pubblica nella storia degli Stati Uniti. L’immagine del francobollo è stata diffusa dal sito Linn’s Stamp News il 4 aprile: ha una foto in bianco e nero di Harvey Milk, con il suo nome e una bandiera arcobaleno, attualmente il simbolo più usato e noto del movimento LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender). Verrà messo in vendita a partire dal 22 maggio, che è anche l’Harvey Milk Day, una giornata che si celebra in California in memoria di Milk e istituita dall’ex governatore dello stato Arnold Schwarzenegger nel 2009. La sua prima emissione sarà a San Francisco o a Washington DC.

milk

Harvey Millk nacque a Woodmere, New York, nel 1930. Nel 1951 si arruolò nella marina statunitense (fu poi congedato con onore) e nel 1972 si trasferì a San Francisco con il compagno Scott Smith. A San Francisco aprì un negozio di fotografia nel quartiere gay di Castro e nel 1977 ottenne un posto nel San Francisco Board of Supervisors, l’organo legislativo all’interno del governo della città e della contea di San Francisco, in California.

Ricoprì il ruolo di supervisor per undici mesi, durante i quali si impegnò molto per far approvare un’ordinanza comunale per i diritti dei gay. Allo stesso tempo si oppose alla Proposition 6, che avrebbe potuto permettere il licenziamento degli insegnanti dichiaratamente gay. Milk fu ucciso il 27 novembre 1978 nel municipio di San Francisco, assieme al sindaco George Moscone: per gli omicidi fu arrestato Dan White, ex consigliere comunale che si era dimesso dal suo incarico pochi giorni prima.