• Mondo
  • venerdì 14 marzo 2014

L’incidente all’aeroporto di Philadelphia

Un aereo di US Airways ha sbattuto il muso contro la pista a causa di un guasto mentre stava decollando, tutte le persone a bordo stanno bene

Giovedì 13 marzo alle 18:25 (le 23:25 in Italia) il volo US Airways 1702 in partenza dall’aeroporto di Philadelphia negli Stati Uniti e diretto in Florida ha avuto un guasto mentre stava decollando, che ha fatto sbattere violentemente il muso dell’aereo sulla pista. I 149 passeggeri a bordo e i cinque membri dell’equipaggio hanno evacuato in pochi minuti l’aeroplano, utilizzando gli scivoli gonfiabili di emergenza, mentre sono stati fermati tutti i voli all’interno dell’aeroporto. L’incidente non ha causato feriti gravi e solo un passeggero ha richiesto assistenza medica.

Il volo di US Airways era gestito con un Airbus A320, un aereo utilizzato per coprire distanze a medio raggio e che con diverse configurazioni viene utilizzato dalla fine degli anni Ottanta. Un portavoce della compagnia aerea ha spiegato che per scoprire le cause dell’incidente saranno necessarie alcune indagini e verifiche all’aeroplano. Stando alle informazioni fornite per ora dal pilota, una ruota del carrello anteriore dell’aereo si è distrutta durante la fase di forte accelerazione che precede il decollo. Per questo motivo il pilota ha deciso di rinunciare alla partenza.

http://youtu.be/pt68Zz3_wQ8

Numerose foto dell’aeroplano con il muso al suolo e gli scivoli gonfiabili aperti sono state diffuse e condivise sui social network da alcuni passeggeri.

 

La passeggera Hannah Udren si è anche fatta un selfie davanti all’aeroplano danneggiato.

 

Mostra commenti ( )