• Mondo
  • lunedì 17 febbraio 2014

Il volo dirottato dell’Ethiopian Airlines

È partito questa notte dall'Etiopia, doveva atterrare a Roma ma è stato fatto arrivare a Ginevra: il dirottatore è il co-pilota ed è stato arrestato, i passeggeri stanno bene

Lunedì mattina un volo dell’Ethiopian Airlines proveniente da Addis Abeba (Etiopia) e diretto a Roma è stato dirottato e fatto atterrare a Ginevra, in Svizzera. Il dirottatore, ha fatto sapere la compagnia aerea, è stato arrestato e i passeggeri e l’equipaggio a bordo stanno bene: si tratta del co-pilota, che secondo le prime ricostruzioni ha preso il controllo dell’aereo in un momento in cui il pilota si era allontanato per andare in bagno. Una volta atterrato l’aereo, il co-pilota ha tentato di fuggire dal finestrino con una corda, ma poi è stato fermato: ha immediatamente fatto richiesta di asilo alla polizia svizzera. Non ci sono feriti e per la polizia svizzera la situazione è “sotto controllo”, anche se l’aeroporto per il momento è rimasto chiuso.

Il volo 702 aveva lasciato l’aeroporto di Addis Abeba alle 00:30 locali (22:30 ora italiana) e sarebbe dovuto atterrare a Roma alle 4.40 ora italiana: è invece arrivato in Svizzera ed è atterrato a Ginevra alle 6. Verso le 8 i passeggeri sono stati fatti scendere, dopo che l’aereo era stato circondato da decine di soldati di una squadra scelta della polizia svizzera. Secondo il giornale svizzero Tribune de Geneve, l’aereo è stato dirottato mentre stava sorvolando il Sudan: le ragioni non sono ancora chiare, ma potrebbero essere legate alla richiesta di asilo fatta dal co-pilota.

 

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.