• Sport
  • giovedì 6 febbraio 2014

Beckham fonderà una squadra di calcio

Se ne sa ancora poco, ma il progetto è ufficiale: avrà sede a Miami e sta cercando un posto per costruire uno stadio

Mercoledì 5 febbraio l’ex calciatore David Beckham ha annunciato in una conferenza stampa la fondazione di una propria squadra di calcio a Miami, in Florida, negli Stati Uniti; la notizia circolava già da qualche mese. Beckham ha detto di voler creare «un club che appartenga alla gente, e che sia una squadra di livello mondiale. Voglio partire da zero e lavorare sodo per renderla vincente». Beckham ha annunciato il progetto assieme al capo della contea di Miami-Dade, Carlos A. Giménez, e al capo del campionato americano di calcio (la Major League Soccer, MLS) Don Garber.

Per il momento la squadra non ha ancora un nome né uno stadio dove giocare. Beckham ha detto che si occuperà della dirigenza della squadra e che al momento oltre a lui ci sono altri due azionisti: il produttore televisivo inglese Simon Fuller e l’imprenditore boliviano Marcelo Claure. Negli ultimi tempi, secondo Beckham, molti giocatori «importanti» lo avrebbero contattato per venire a giocare nella sua squadra.

Secondo i media internazionali, il contratto che Beckham firmò nel 2007 con la squadra dei Los Angeles Galaxy conteneva una clausola che gli avrebbe permesso di fondare una propria squadra di calcio per 25 milioni di dollari, entro il 31 dicembre 2013. Beckham ha detto di aver scelto Miami a causa del grande seguito che hanno ricevuto alcune amichevoli di calcio giocate allo stadio Sun Life della città: lo scorso anno alla finale di un torneo amichevole fra Real Madrid e Chelsea assisterono più di 67mila spettatori.

Secondo Reuters Beckham ha già avviato i contatti con la contea per affittare un terreno e costruirci uno stadio da circa 25mila posti. Garber ha detto di aver visitato di persona tre posti dove potrebbe essere costruito lo stadio, spiegando di volere che «si trovi nel centro di Miami». Garber, in particolare, ha individuato un particolare terreno vicino allo stadio dove gioca la squadra di basket dei Miami Heat, nella zona del porto. La questione dello stadio, spiega Reuters, è funzionale all’approvazione definitiva del progetto da parte dell’MLS, che valuterà anche la credibilità del piano aziendale della società. Secondo il New York Times, comunque, la squadra potrebbe partecipare per la prima volta all’MLS «forse nel 2016, più probabilmente nel 2017».

La MLS ha attualmente 19 squadre, anche se nelle prossime stagioni, oltre a Miami, ne verranno incluse altre due, Orlando e New York City. Come avviene per gli altri sport professionistici americani, il campionato non prevede né promozioni né retrocessioni. David Beckham ha 38 anni ed ha giocato nella MLS con i Los Angeles Galaxy per sei stagioni, dal 2007 al 2012. È considerato uno dei centrocampisti più forti della storia del calcio, ed è stato a lungo capitano del Manchester United e della nazionale inglese.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.