• Media
  • martedì 5 novembre 2013

20 personaggi dei Simpson che forse non vedrete più

Il personaggio della maestra Caprapall sarà ritirato dopo la morte della doppiatrice, e non è la prima volta che succede

Nei giorni scorsi è circolata molto la notizia della morte dell’attrice americana Marcia Wallace, che aveva 70 anni. La cosa ha avuto particolare risalto poiché Wallace era la doppiatrice di un noto personaggio dei Simpson: Edna Caprapall, la maestra della scuola di Bart Simpson. Al Jean, il produttore esecutivo della serie, ha detto che «intende ritirare il suo personaggio, che non può essere doppiato da un sostituto»: in una recente puntata è stata ricordata nella sigla iniziale della serie. Un fatto simile era già accaduto nel 1998, quando morì l’attore e doppiatore canadese Phil Hartmann: furono ritirati dalla serie sia il presentatore televisivo Troy McClure che l’avvocato Lionel Hutz, entrambi personaggi doppiati da Hartmann, che non compaiono negli episodi realizzati a partire dal 1998. Alcuni mesi fa Jean aveva detto che nella prossima stagione morirà un personaggio per il cui doppiaggio la persona che lo interpretava ha vinto un Emmy.

I personaggi dei Simpson non crescono né invecchiano. Negli anni però sono stati introdotti personaggi e storie secondarie che hanno man mano arricchito la trama orizzontale della serie, fornendole una qualche continuità temporale (il matrimonio e la paternità di Apu, il commesso del Jet Market; i continui riferimenti all’omosessualità di Waylon Smithers, l’assistente di Mr. Burns; il rapporto di Krusty il Clown con il padre e di Bart Simpson con Telespalla Bob, e così via). La maggior parte degli episodi tende a ricreare la situazione di partenza – Bart frequenta la quarta elementare da 25 stagioni – ma alcuni eventi e situazioni vengono portati avanti nella trama complessiva: è il caso della morte o del ritiro di alcuni personaggi, la cui scomparsa viene solitamente rispettata negli episodi successivi.

Quelli che seguono sono 20 personaggi rilevanti che – per un motivo o per l’altro – sono morti durante la serie oppure sono stati ritirati: una lista più completa, che comprende cioè anche i personaggi molto più che secondari, la trovate qui.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.