• Italia
  • giovedì 31 Ottobre 2013

La protesta del Movimento per la casa a Roma

I manifestanti hanno lanciato uova e tentato di forzare il blocco della polizia, che ha risposto con i gas lacrimogeni

Giovedì 31 ottobre a Roma ci sono stati scontri tra le forze dell’ordine e i manifestanti del Movimento per la casa: i manifestanti hanno provato ad assaltare un blindato, hanno rovesciato cassonetti della spazzatura, lanciato uova e spruzzato spray urticante contro gli agenti, che hanno risposto con i gas lacrimogeni.

Le violenze sono avvenute durante un corteo a cui hanno partecipato diverse centinaia di persone in occasione della conferenza Stato-Regioni-Comuni sulle politiche abitative, in corso al ministero degli Affari regionali. Dopo aver protestato in piazza Montecitorio, i manifestanti hanno cercato di raggiungere la sede del ministero, ma sono stati bloccati dagli agenti, e a quel punto sono iniziati gli scontri.

Secondo quanto riporta Repubblica Roma, ci sono stati in totale sedici feriti, di cui dieci curati sul posto e sei trasportati in ospedale per ferite lievi o per intossicazione a causa dei lacrimogeni. I fermati nel corso degli scontri sono stati otto. La manifestazione di oggi era legata a quella, più grande, che si era svolta lo scorso 19 ottobre nella capitale.