• Italia
  • lunedì 30 settembre 2013

Francesca Barracciu ha vinto le primarie del centrosinistra in Sardegna

E quindi a febbraio sfiderà il presidente uscente Ugo Cappellacci (e Michela Murgia)

Domenica 29 settembre si sono svolte in Sardegna le primarie del centrosinistra per la scelta del candidato alla presidenza della regione nel 2014. Francesca Barracciu, europarlamentare e vicesegretario regionale del Partito Democratico, ha vinto al primo turno con il 44,29 per cento (ottenendo 22.808 voti su 51.496). Il sindaco di Sassari Gianfranco Ganau, sempre del PD, ha ottenuto il 32,61 per cento dei voti, l’indipendente Andrea Murgia il 12,54 per cento, il presidente della Provincia di Nuoro Roberto Deriu 7,59 per cento e il socialista Simone Atzeni il 2,97.

Francesca Barracciu, dopo aver saputo del risultato, ha detto: «Da domani pancia a terra per creare l’unità del Pd e del centrosinistra e mandare a casa il centrodestra. Spero di portare la mia femminilità politica al governo». E ha promesso che in caso di vittoria metà della sua giunta sarà composta da donne. SEL è stata molto critica nei confronti delle primarie di ieri, facendo sapere che «sono diventate un metodo di selezione del ceto politico, di persone degne, serie e stimabili ma distanti da ciò che pensiamo sia la richiesta del nostro popolo, chiara e limpida». Il partito di Vendola non ha partecipato con un proprio candidato e ha dato indicazione di “libertà di voto” ai propri iscritti o elettori.

Barracciu è nata a Sorgono, in provincia di Nuoro, nel giugno del 1966, è laureata in Filosofia e in Pedagogia, dal 1990 e per cinque anni ha insegnato italiano e latino in una scuola superiore. Dal 1999 fino al 2003 ha lavorato presso l’istituto di formazione dell’Associazione Piccole e medie Industrie della Sardegna. Da giovane ha militato nel PCI di Sorgono e successivamente è stata dirigente provinciale e regionale dei DS. Entrata nel PD, è stata consigliere comunale, assessore e poi sindaco di Sorgono dal 2005 al 2010, per poi arrivare in Consiglio Regionale, dove è stata eletta due volte: la prima come consigliere di maggioranza, nel listino del presidente Renato Soru, la seconda nel collegio di Nuoro, risultando il consigliere più votato del centrosinistra. Attualmente è vicesegretario regionale del Partito Democratico e, dal 2013, dopo aver lasciato il Consiglio regionale, è diventata europarlamentare in sostituzione di Rosario Crocetta, eletto presidente della Sicilia. Al Parlamento europeo è membro della commissione Agricoltura e Sviluppo Regionale.

Le elezioni per il rinnovo del presidente della regione Sardegna si svolgeranno nel febbraio del 2014. Francesca Barracciu sfiderà Ugo Cappellacci, attuale presidente ed esponente del PdL, che intende ricandidarsi (anche se si parla di un’altra candidatura del PdL: quella di Claudia Lombardo, presidente del Consiglio regionale). Il candidato del Movimento 5 Stelle non è stato ancora scelto. Sarà candidata anche Michela Murgia, scrittrice originaria di Cabras, Oristano, con una lista indipendente.

Mostra commenti ( )