La relazione Augello è stata bocciata

Chiedeva che Berlusconi rimanesse in carica: la giunta del Senato ha nominato Dario Stefano, di SeL, nuovo relatore

La Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari del Senato, che sta discutendo la questione della decadenza di Silvio Berlusconi da senatore dopo la condanna definitiva a 4 anni per frode fiscale, ha bocciato la relazione di Andrea Augello (PdL), nella quale si chiedeva che l’ex presidente del Consiglio rimanesse in carica. La Giunta ora ha nominato un nuovo relatore che andrà a sostituire Augello: si tratta del suo presidente, Dario Stefano (SeL), che presenterà una nuova relazione, questa volta a favore della decadenza di Berlusconi, che dovrà essere votata di nuovo dalla stessa Giunta. Stefano ha detto: «Il prossimo incontro dell’organismo avrà luogo non prima di dieci giorni».

Il risultato della votazione era già stato ampiamente previsto, vista la composizione della Giunta, che ha 14 membri a favore della decadenza e solo 8 contrari: prima della votazione definitiva, i senatori del PdL e della Lega Nord hanno lasciato la Giunta in segno di protesta per la bocciatura delle questioni preliminari.

Il voto di questa sera è stato importante – anche se non risolutivo – perché di fatto è la prima decisione del Senato sulla questione. Prima che si concluda il processo comunque ci vorrà ancora del tempo: la Giunta dovrà approvare la relazione del nuovo relatore, e poi sulla questione si dovrà esprimere il Senato – le cui modalità di votazione stanno facendo molto discutere in questi ultimi giorni.

Foto: Dario Stefano (Mauro Scrobogna /LaPresse)