• Mondo
  • martedì 13 Agosto 2013

La Kyotoku Maru sarà smantellata

È il peschereccio trascinato sulla terraferma dallo tsunami nel 2011 in Giappone: qualcuno voleva farne un monumento, i cittadini hanno deciso di rimuoverlo

Gli abitanti di Kesennuma, una città di 70.000 abitanti a 500 chilometri a nord di Tokyo, hanno deciso di smantellare il relitto della “Kyotoku Maru n.18”, un peschereccio lungo circa 60 metri che era stato trasportato sulla terraferma dallo tsunami che ha colpito la città l’11 marzo del 2011, avvenuto in seguito al terremoto che causò più di 15.000 morti in tutto il paese.

Nei mesi scorsi l’amministrazione comunale aveva considerato l’idea di mantenere la nave nella posizione in cui era stata lasciata dalla marea, anche perchè nel frattempo molte persone l’avevano considerata una sorta di monumento in ricordo dell’accaduto, e avevano cominciato a lasciare fiori e a pregare ai piedi del relitto. Il comune di Kesennuma ha reso noto che circa il 70 per cento dei cittadini ha votato per lo smantellamento della nave, sebbene il sindaco Shigeru Sugawara si fosse dichiarato contrario alla rimozione.