• Mondo
  • sabato 27 Luglio 2013

Nordcoreani da parata

Le foto dei festeggiamenti del regime per la "vittoria" nella guerra con il Sud, terminata 60 anni fa

Sabato 27 luglio a Pyongyang, in Corea del Nord, c’è stata una gigantesca parata militare con cui il regime celebra ogni anno la “vittoria” nella Guerra di liberazione, quella che di solito viene chiamata la Guerra di Corea. In realtà la guerra fini il 17 luglio del 1953 con un armistizio che ristabiliva la divisione intorno al 38° parallelo delle due Coree: l’esercito coreano del nord che aveva tentato di occupare il sud era stato respinto e solo l’intervento dell’esercito cinese spinse gli Stati Uniti ad accettare la divisione dei due paesi. Lo stesso evento è stato celebrato negli scorsi giorni allo Arirang, una delle più grandi esibizioni coreografiche del mondo.

Alla parata hanno sfilato migliaia di militari, veicoli, cannoni e missili a medio raggio. Durante la manifestazione accanto al leader del paese, Kim Jong-un, c’era anche il vice-presidente cinese Li Yuanchao. I due hanno parlato tramite un interprete durante la manifestazione, ma nessuno dei due ha rilasciato dichiarazioni. Il leader nordcoreano non si è rivolto alla folla. Choe Ryong-hae, suo principale consulente militare e capo della sezione politica dell’esercito, ha dichiarato alla fine della manifestazione che la pace, lo sviluppo economico del paese e il benessere della sua popolazione sono i principali obbiettivi del governo nordcoreano.