• Mondo
  • lunedì 15 luglio 2013

La gravidanza dei media mondiali

A momenti dovrebbe nascere il bisnipote della regina, tra grandi e forse eccessive concitazioni dei media e lunghe attese fuori dall'ospedale

A momenti – e ormai dovremmo esserci per davvero – dovrebbe nascere il figlio di Catherine Elizabeth “Kate” Middleton e di William Arthur Philip Louis Mountbatten-Windsor, conosciuti dai tabloid di tutto il mondo semplicemente come Kate e William. Il parto è dato come “imminente” da circa una settimana, e da allora, fuori dall’ingresso principale della Lindo Wing del St. Mary’s Hospital, dove si pensa che nascerà il bisnipote della regina d’Inghilterra Elisabetta II e futuro erede al trono di Inghilterra, sono in attesa moltissimi giornalisti britannici e non. L’evento, che ancora evento non è, viene già raccontato su Twitter e nelle sezioni dedicate di molti giornali di tutto il mondo.

Le foto sono di Sara Moiola, scattate davanti alla Lindo Wing del St. Mary’s Hospital.

E in effetti, racconta il New York Times, dagli anni Ottanta, quando nacquero William e Harry, il modo di raccontare questo tipo di eventi è cambiato. Non c’era Twitter, certamente, ma anche i canali di notizie 24 ore su 24 erano ancora una novità. Poi, col passare del tempo, le grandi aziende di comunicazione sono diventate più rapide, e più pronte, a seguire gli eventi che si potevano programmare con ampio anticipo – si parla di elezioni, gare sportive, processi importanti, e altre occasioni di intrattenimento. Nei grandi giornali sono nate sezioni speciali sostenute e finanziate da diversi inserzionisti, e non sono solo testate britanniche: ABC News, ad esempio, ha un’intera sezione dedicata e sponsorizzata da Nestlé, oltre che un registro online su cui i visitatori possono mettere le loro firme. NBC News, invece, ha un sito chiamato RoyalBabyGuess.com, che raccoglie pronostici sul nome, sulla data di nascita e sul peso.

Joe Williams di ABC News ha detto che «questo è probabilmente il parto più atteso da quando è nato Twitter». Altre emittenti, come BBC News, hanno detto che “aspetteranno la conferma ufficiale”, perché non c’è modo di pronosticare una cosa del genere. L’atto di conferma della nascita del bambino reale seguirà la tradizione. Il certificato di nascita sarà trasportato dall’ospedale a Buckingham Palace, la residenza della regina, dove verrà esposto pubblicamente su un cavalletto in oro all’esterno del palazzo: qui saranno pronte e riprendere la cerimonia le telecamere di Sky News e BBC – sperando che ci sia bel tempo, hanno detto loro, in modo da poter riprendere senza problemi il documento di nascita del bambino. A differenza delle ultime nascite reali, ci sarà per tutto il tempo un elicottero appartenente a Sky News che condividerà le immagini girate con le altre emittenti, in modo che l’evento possa essere seguito in tutto il mondo, per gli appassionati del genere.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.