• Sport
  • mercoledì 3 luglio 2013

Marten Gasparini, promessa italiana del baseball americano

Ha 16 anni, viene dal Friuli e ha appena firmato un contratto con i Kansas City Royals da 1,3 milioni di dollari

Martedì 2 luglio l’interbase italiano Marten Gasparini ha firmato un contratto da 1,3 milioni di dollari con i Kansas City Royals, una squadra di baseball della Major League americana. Gasparini ha compiuto 16 anni lo scorso 24 maggio, è alto 1,82 e pesa 79 chili. Viene da Alture, un paesino in provincia di Udine; suo papà è italiano mentre la mamma, che da giovane faceva l’atleta, ha origini giamaicane. Gasparini ha vissuto a lungo a Londra e parla sia inglese che italiano. Fino a ieri giocava nei Cervignano Tigers, squadra di Cervignano del Friuli.

Molti esperti di baseball hanno detto che Gasparini è la migliore promessa europea che abbiano mai visto, mentre il sito ufficiale della Major League lo considera al quarto posto delle promesse internazionali. Il contratto con i Royals è il più alto mai firmato da una squadra della Major League con un giocatore europeo: il record precedente era del tedesco Max Kepler, che nel 2009 aveva firmato con i Minnesota Twins per 800 mila dollari.

Gasparini entrò nell’Accademia italiana di baseball, che si trova a Tirrenia, nel maggio del 2011, quando aveva 14 anni, e venne subito notato dal direttore Bill Holmberg, convinto che grazie al suo talento avrebbe fatto molta strada. Nel 2012 partecipò ai Mondiali under 15 a Chihuahua, in Messico, e nei Mondiali under 18 a Seul, in Corea del Sud, dove venne notato dai talent scout internazionali. Gasparini inzierà a giocare con i Royals a fine settembre: farà parte dell’Instructional League, un campionato preparatorio riservato ai giocatori più giovani, che si tiene da metà settembre a metà ottobre.

Mostra commenti ( )