• Italia
  • lunedì 24 Giugno 2013

Il M5S ha vinto a Ragusa

Federico Piccitto è il nuovo sindaco: ha ottenuto quasi il 70 per cento dei voti al ballottaggio, sconfiggendo il candidato del centrosinistra

Il candidato a sindaco di Ragusa del Movimento 5 Stelle, Federico Piccitto, ha vinto il ballottaggio alle amministrative siciliane contro il candidato Giovanni Cosentini, già vicesindaco, che si era presentato per il Partito Democratico insieme con l’Unione di Centro e altre liste locali. Piccitto ha ottenuto il 69,35 per cento delle preferenze, distanziando quindi molto il suo avversario. L’affluenza è stata inferiore al 50 per cento, come in buona parte delle città della Sicilia in cui si è votato. Al primo turno Cosentini aveva ottenuto il 30,65 per cento, mentre Piccitto si era fermato al 15,64 per cento. Il candidato del centrodestra, Franco Antoci, aveva superato di poco il 15 per cento.

Per il Movimento 5 Stelle è la seconda vittoria elettorale di rilievo alle amministrative nella sua storia. Ragusa è il secondo capoluogo di provincia a essere governato dal M5S dopo quello di Parma, dove dal 2012 si occupa della città il sindaco Federico Pizzarotti.

Federico Piccitto ha 37 anni, è nato a Ragusa ed è uno dei fondatori del Movimento 5 Stella della città. Si è laureato in Ingegneria elettronica a Catania e da nove anni si occupa della progettazione di microchip (circuiti integrati). Collabora da tempo con l’Istituto Salesiano di Ragusa, e ha spiegato più volte di vedere il suo impegno nella politica locale come un passaggio naturale dopo le sue esperienze nel volontariato.

Nel corso della campagna elettorale, Piccitto ha annunciato di volere riconciliare la cittadinanza con la politica locale. Ha spiegato di vedere l’incarico da sindaco come un “capo-progetto”, un coordinatore per “attivare le migliori risorse e le migliori energie umane per risolvere le problematiche della città”.