Letta sul suo governo

Nel suo discorso in Senato, il presidente del Consiglio ha parlato di «aspettative eccessive» e della necessità di fare scelte «senza paura»

Martedì il Senato ha discusso e successivamente votato la fiducia al governo Letta. Dopo il dibattito in aula, il presidente del Consiglio Enrico Letta ha tenuto un discorso in cui ha detto, tra le altre cose, che il governo è stato caricato di «aspettative eccessive» e che è un progetto molto fragile e difficoltoso, nato in un momento di emergenza. Letta ha aggiunto che «sulla paura del mescolarsi e la grande coalizione, occorre fare scelte senza paura, che individua invece un’identità debole». Ha infine concluso dicendo che «avrei voluto anch’io essere oggi in un governo diverso, ma dobbiamo fare i conti con la realtà».

Il Senato ha dato la fiducia al governo con con 233 sì su 311 senatori presenti. Hanno votato no 59 senatori e 18 si sono astenuti.

Foto: Mauro Scrobogna /LaPresse